Volkswagen Caddy: tutte le varianti, motori e dimensioni

Volkswagen Caddy nasce nel 1978 come veicolo da carico derivato dalla Volkswagen Golf per alcuni mercati. Non era concepito come un furgone

È arrivato il nuovo Volkswagen Caddy. Uno dei furgoni compatti più quotati sul mercato è stato completamente rinnovato grazie all’adozione della piattaforma MQB del gruppo automobilistico tedesco. Questa quinta generazione debutta con un nuovo look con fari a taglio poligonale, qualcosa come un mix dei fari della Golf 7 e quelli di un Multivan.

Entrambi sono uniti da una nuova lamella che corre lungo tutto il fronte e gli conferisce coesione e una certa aria minimalista. Anche il paraurti anteriore è radicalmente nuovo, con una struttura a nido d’ape continua al posto della griglia per le versioni passeggeri e realizzato in plastica nera. Lateralmente spiccano anche i nuovi cerchi in lega e gli specchietti verniciati, ma soprattutto la parte posteriore centra un cambiamento radicale.

Motori e dimensioni Volkswagen Caddy

Approfittando del cambio di piattaforma, Volkswagen ha cercato di massimizzare l’abitabilità degli interni. Le misure sono leggermente cambiate con misure che ora raggiungono i 4,5 e 4,85 metri di lunghezza rispettivamente per il passo corto e lungo e una larghezza di 2,1 metri in entrambi i casi. Cioè, è 93 mm più lungo nel passo corto, 24 mm più corto nel passo lungo e 62 mm più largo in entrambi i casi.

Per quanto riguarda i motori, il Caddy è offerto con un motore benzina 1.5 TSI da 114 CV e tre blocchi diesel 2.0 TDI: 75 CV, 102 CV e 122 CV. Successivamente arriveranno una versione a metano e una ibrida plug-in, entrambi adattamenti basati sul motore a benzina. Il marchio ha escluso un’opzione 100% elettrica.

Tutte le varianti del nuovo Volkswagen Caddy

Volkswagen Caddy nasce nel 1978 come veicolo da carico derivato dalla Volkswagen Golf per alcuni mercati. Non era concepito come un furgone, ma si presentava come una sorta di piccolo pick-up destinato a competere con modelli quasi sconosciuti come la Subaru Brat.

Questa quinta generazione rappresenta un punto di svolta nella vita di questo veicolo commerciale. A partire dalla sua piattaforma MQB condivisa ad esempio con la Volkswagen Golf 8 e terminando con un’estetica più moderna e sofisticata. Questo nuovo modello introduce gruppi ottici disposti in verticale e ridotti alla minima espressione per massimizzare l’apertura del portellone, oltre a contribuire all’aspetto moderno e minimalista con una finestra panoramica, da un lato all’altro.

Il furgone compatto Volkswagen è riuscito ad accumulare nei suoi oltre 40 anni di storia e quattro generazioni più di tre milioni di unità in tutto il mondo. Esternamente, il nuovo Volkswagen Caddy si distingue per avere un look molto più turistico con caratteristiche condivise con altre vetture del marchio e dall’aspetto più attuale rispetto al modello uscente. A proposito di varianti, in totale ne esistono sei diverse.

Da un lato abbiamo il Cargo (furgone chiuso) e il Kombi (passeggero commerciale), mentre quelli destinati all’uso privato saranno Origin, Outdoor, Life e California , che si inserisce a pieno titolo nel segmento dei camper con cassone ribaltabile. A cui aggiungere il passo lungo disponibile per tutte le varianti.

Articolo precedenteLa crisi del magnesio colpisce l’industria delle auto, ecco i motivi
Prossimo articoloRenault Zoe: la city car elettrica e conveniente

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here