Constatazione amichevole: come compilare il Cid online senza il modulo cartaceo

Importante prestare la massima attenzione durante la redazione del Cid e per agevolare il procedimento di risarcimento danni

La prima cosa da fare in caso di incidente stradale è mantenere la calma. Se il sinistro è di lieve entità, gli automobilisti coinvolti possono fare riferimento al modulo Cai (ex Cid). Serve a documentare i dettagli dell’incidente e a raccogliere le informazioni necessarie per risolvere rapidamente eventuali controversie.

Che cos’è il Cid

Il modulo di constatazione amichevole (Cai), precedentemente noto come Cid, è un documento fondamentale per la gestione di un sinistro stradale. Esso consente di accelerare le pratiche di erogazione del risarcimento da parte delle compagnie assicurative. Il Cai può essere disponibile in formato cartaceo, incluso nei documenti del contratto assicurativo, o come versione compilabile online.

La compilazione elettronica del Cai offre notevoli vantaggi rispetto alla versione cartacea, tra cui la possibilità di evitare errori di scrittura, aumentare la trasparenza e semplificare il processo. Per utilizzare il Cai virtuale, è necessario prima di tutto scaricare l’app della propria compagnia assicurativa e registrarsi. Dopodiché, è possibile inserire i dati della propria polizza e i recapiti dell’agente, e completare il modulo interamente editabile online, compatibile con Word e formati PDF.

La compilazione del Cid virtuale: la prima parte

Per garantire un rapido risarcimento in caso di incidente stradale, è importante compilare il Cid con attenzione e precisione. Prima di iniziare la compilazione, è necessario raccogliere tutti i dati pertinenti all’incidente, come i dati dei conducenti e dei veicoli coinvolti, la data e l’ora dell’incidente, la localizzazione, la presenza di feriti e testimoni, e altri eventuali mezzi coinvolti.

La prima parte del Cid richiede di inserire tutti i dettagli dell’incidente, come descritto in precedenza. Nella sezione successiva, bisogna fornire informazioni dettagliate sui veicoli coinvolti, come la marca e il modello, il numero di targa o telaio, lo stato di immatricolazione, e se presente, anche il rimorchio.

Infine, nella sezione 8 del Cid, bisogna fornire i dettagli delle compagnie assicurative coinvolte, come il numero di telefono e l’indirizzo e-mail. In caso di difficoltà nell’ottenere queste informazioni, è possibile fornirle in un momento successivo. È importante notare che la precisa e tempestiva compilazione del Cid può aiutare a velocizzare il processo di erogazione del risarcimento.

La descrizione dell’incidente nel Cid

Nella sezione 10, i conducenti devono selezionare la rappresentazione grafica più somigliante al proprio veicolo tra quelle proposte, che includono un’auto, una moto e un furgone. Inoltre, devono identificare il punto di impatto con la massima precisione possibile e descrivere dettagliatamente i danni visibili del sinistro, come graffi e ammaccature.

La sezione 12 rappresenta la parte centrale del modulo e richiede una descrizione dettagliata della dinamica dell’incidente. I conducenti devono selezionare le caselle corrispondenti all’esatta descrizione degli eventi. Per una maggiore accuratezza, è possibile rappresentare graficamente l’incidente e fornire informazioni sulle vie, i segnali stradali e le direzioni di viaggio. Se necessario, possono essere fornite altre informazioni utili per chiarire ulteriormente i fatti.

Una volta completate tutte le sezioni, i conducenti devono apporre le loro firme. Per ottenere il risarcimento in tempi rapidi, il documento deve essere inviato alla compagnia assicurativa entro tre giorni dalla data dell’incidente. Il modulo, compilato in ogni sua parte, è fondamentale per facilitare il processo di risarcimento dei danni.

Articolo precedenteCome trovare l’auto nel parcheggio: le app più utili per smartphone
Prossimo articoloLe auto più attese dopo il Salone di Monaco 2023