Come rinnovare la patente: costi, tempi e pratiche

Regole da seguire e tutto quello che c’è da sapere

Età e tipologia: sono questi i fattori che indicano come rinnovare la patente. Sono varie le modalità, con un unico comune denominatore: la scadenza coincide col compleanno del titolare. Questa regola si applica a partire dal rinnovo successivo.

Come rinnovare la patente, i costi

I costi per il rinnovo della patente sono differenti e dipendono da dove si sceglie di effettuare il rinnovo. E’ possibile scegliere di rivolgersi ad una scuola guida, ad un’agenzia di pratiche auto, o alla Asl. Nei primi due casi, il costo di rinnovo della patente varia tra i 100 e i 130 euro, mentre rivolgendosi alla Asl il costo per il rinnovo della patente scende tra i 60 e i 90 euro derivante dalla somma dei circa 26,20 per i due versamenti, più 6,80 euro per la spedizione della nuova patente, più il costo della visita medica.

I tempi

In base alla tipologia di patente che si è conseguita, bisogna rispettare tempi diversi che sono: per la patente A, ogni 10 anni fino ai 50 anni di età; ogni 5 anni per età compresa tra 50 e 70 anni; ogni 3 anni dopo i 70 anni; per la patente B, ogni 10 anni fino ai 50 anni di età; ogni 5 anni per età compresa tra 50 e 70 anni; ogni 3 anni dopo i 70 anni; per la patente C, ogni 5 anni fino ai 65 anni di età e ogni 2 anni dopo i 65 anni; per la patente D, ogni 5 anni fino ai 60 anni di età e ogni anno dopo i 60 anni.

Pratiche da eseguire

Niente di proibitivo, riguardo le pratiche da fare per il rinnovo patente. Bisogna, infatti, effettuare due versamenti: uno di 10,20 euro sul C/C 9001 intestato al Dipartimento dei Trasporti Terrestri e l’altro di 16,00 euro a titolo di imposta di bollo sul C/C 4028. Poi si passa alla visita medica. Per questo bisogna rivolgersi o ad un medico di un ufficio Asl, o ad un medico militare, o ad un medico del ministero della Salute, Polizia di Stato, Vigili del fuoco, Ferrovie dello Stato. Al momento del rinnovo bisogna essere muniti anche dei seguenti documenti: documento d’identità valido; codice fiscale; patente in scadenza o scaduta; per i soggetti affetti da limitazioni visive correggibili con lenti, di occhiali e/o lenti a contatto; ricevuta del pagamento dei diritti sanitari; due foto formato tessera recenti.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 2.7]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti + dodici =