Bollo auto 2018: come e quando si paga

Il tempo di prescrizione per chi non provvede al pagamento della tassa passa ora da tre a dieci anni

bollo auto 2018

Periodicamente si diffondono voci su una possibile abolizione del bollo auto, una delle tasse più odiate proprio perché legata al possesso di una vettura. Almeno per ora, però, l’ipotesi non sembra essere all’orizzonte. Ricordarsi di saldare l’importo dovuto è quindi fondamentale per non incorrere in sorprese poco piacevoli.

Bollo auto 2018: chi deve pagarlo e come

Tutte le persone che hanno un’auto sono chiamate a pagare il bollo. Si tratta infatti di una tassa legata al possesso del veicolo, il cui importo può variare in base alla potenza del mezzo espressa in kilowatt. A differenza dell’assicurazione, che può essere attivata in modo temporaneo per chi utilizza poco la propria vettura, in questo caso il pagamento è dovuto in ogni caso.

Sono diverse le modalità di pagamento tra cui è possibile scegliere:

  • agli uffici postali, tramite un apposito bollettino;
  • alle rivendite tabacchi autorizzate;
  • presso le delegazioni Aci;
  • nelle agenzie di pratiche auto abilitate;
  • on line con carta di credito, tramite il servizio Bollonet e sul sito dell’Aci;
  • via telefono con carta di credito, tramite il servizio Telebollo (199.711.711) dell’Aci;
  • online sul sito delle Poste.

In alcune regioni è possibile anche recarsi presso la propria banca.

Bollo auto 2018: scadenze da ricordare

Rispettare la scadenza prevista per il pagamento del bollo auto è fondamentale per non incorrere in sanzioni. La data da tenere presente può però variare a seconda dei casi.

Quando abbiamo a che fare con una vettura nuova il tempo a disposizione per saldare l’importo è davvero poco. È infatti necessario pagare entro il mese di immatricolazione o, se questa avviene negli ultimi dieci giorni del mese, entro l’ultimo giorno del mese successivo. Quando invece si tratta di un rinnovo la scadenza da tenere presente è quella relativa all’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza del bollo precedente.

Facciamo un esempio pratico. Se il bollo è scaduto ad aprile si deve provvedere al rinnovo entro il mese di maggio dell’anno dopo. Si può godere di una piccola proroga se questa giornata cade di sabato o in un giorno festivo: a quel punto si deve regolarizzare la posizione entro il primo giorno lavorativo disponibile.

Bollo auto 2018: conseguenze per chi non paga

Il 2018 ha introdotto una novità importante per tutti gli automobilisti che si apprestano a pagare il bollo auto. La tassa va infatti in prescrizione dopo dieci anni e non più dopo tre. Chi per precisa volontà o per “dimenticanza” non dovesse saldare l’importo richiesto avrà quindi più tempo a disposizione prima di ricevere una notifica da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Chi non dovesse pagare per più anni consecutivi può subire conseguenze pesanti. Oltre alle sanzioni fiscali e alla ricezione delle cartelle esattoriali con relativo pignoramento, è prevista anche la radiazione del veicolo dal Pra, che comporta l’impossibilità a circolare.

Qualora la regolarizzazione della posizione dovesse avvenire in ritardo, le conseguenze sono minori. E’ infatti ora possibile usufruire di un nuovo ravvedimento operoso, che riduce i danni a seconda della tempistica. Ecco i dettagli sottolineati da laleggepertutti.it:

  • se si paga nei primi 14 giorni la sanzione è dello 0,1% dell’imposta evasa per ogni giorno di ritardo;
  • dal 15esimo al 30esimo giorno, la sanzione si riduce invece a 1/10 dell’imposta evasa;
  • per un periodo che va dal 30esimo al 90esimo giorno la sanzione è pari al 1,67% dell’imposta evasa;
  • se si paga dal 90esimo giorno fino a un anno, la sanzione è pari al 3,75%;
  • chi invece dovesse saldare l’importo oltre un anno dopo la scadenza non può più usufruire del ravvedimento operoso. In questo caso si applica una sanzione pari al 30% dell’imposta evasa oltre agli interessi dello 0,5% per ogni sei mesi di ritardo.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 1]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × uno =