Auto elettriche: meno emissioni di CO2? I veri benefici

Sorpassati i 50.000 km impattano meno sull'ecosistema.

Auto elettriche

Il “green” è trendy, perlomeno nei motori. Teoricamente riducono sensibilmente l’impatto ambientale (son state concepite per questo, no?), ma si attendevano studi empirici attendibili. Questo almeno fino a quando ADAC, l’Automobil Club Tedesco, è sceso direttamente in campo per stabilire gli effettivi benefici delle auto elettriche alla comunità.

Auto elettriche: vantaggi a lungo andare

Diversi i tipi di propulsione messi a confronto: diesel, benzina, GPL e metano, elettriche e ibride (plug-in incluse). Per effettuare rilevazioni quanto più veritiere possibili si è preso come riferimento una percorrenza di 150mila km: nette le differenze tra risultati parziali e finali. Le auto elettriche hanno ottenuto ottimi risultati, ma dopo un certo utilizzo. Emissioni di anidride carbonica risultano infatti maggiori nei 50mila km rispetto alle vetture diesel. Apportano evidenti benefici solo qualora vengano infatti impiegate fonti rinnovabili. Altrimenti producono persino più CO2 rispetto alle unità termiche. “Le auto elettriche con grandi batterie e autonomia tendono ad avere scarso rendimento spiega il rapporto -. Solo con l’uso di elettricità da fonti rinnovabili, esiste un netto miglioramento del bilancio di CO2 dei veicoli elettrici”.

I sistemi standard hanno ancora molto da dire

Il consumo di anidride carbonica si rende necessario per sviluppare energia elettrica e procedere alla ricarica delle batterie. Sui 50.000 km la spuntano i diesel proprio perché le elevate emissioni di CO2 non vengono adeguatamente compensate. Ammortizzate invece ottimamente sulle lunghe percorrenze. “Il veicolo elettrico mostra il miglior bilancio di CO2 anche quando si utilizza un mix energetico come quello tedesco, meglio dell’ibrido plug-in e dell’ibrido”, evidenzia Adac. In definitiva, “i calcoli di valutazione del ciclo di vita ADAC dimostrano che i veicoli con motori a combustione hanno ancora un grande potenziale. Ulteriori misure per ridurre il consumo di carburante, come l’ottimizzazione o l’ibridazione all’interno del motore, nonché l’uso di gas naturale e carburanti sintetici neutrali come il Synfuel o l’e-diesel, possono ridurre ulteriormente il consumo di carburante”.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 3.7]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 5 =