Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 2018 by Romeo Ferraris: berlina estrema

Dalla factory milanese esce con una marcia in più

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 2018

Le cose o si fanno bene o non si fanno affatto. Romeo Ferraris ha una reputazione da difendere. Serviva un’auto altamente performante come Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 2018 per convincerlo a dar sfoggio delle proprie abilità.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 2018: iniezione di potenza

Storico tuner milanese abbatte i limiti di serie in un sol colpo. A quanto pare 510 cavalli stavano stretti. La potenza del motore biturbo V6 2.9 litri è stata pertanto sensibilmente ritoccata, tale da avvicinarla notevolmente al mondo supercar. Eroga adesso 598 cavalli e 740 Nm di coppia (+140 Nm rispetto alla versione di serie). Ne consegue che passa da 0 a 100 orari in 3,5 secondi, contro i 3,9 della versione di serie, e tocca una velocità massima di 317 km/h (la Giulia Quadrifoglio nelle concessionarie raggiunge 307 km/h). Montando sulla berlina molle e ammortizzatori configurabili, è possibile impartire istruzioni differenti all’auto in funzione del manto stradale.

Sospensione Bilstein regolabili

Per esprimere ulteriore grinta sono state operate modifiche all’assetto, dotato di montanti distanziali anteriori e posteriori, per un allargamento totale rispettivamente di 15 mm e 35 mm. E sospensioni Bilstein, regolabili in altezza e in taratura a 10 scatti sia in estensione che in compressione, affinché si preservi l’immagine di Alfa testata e certificata. Ai guidatori assicura il top della stabilità nella fase di frenata e una migliore reattività in percorrenza di curva. Il nuovo impianto di scarico Ragazzon, con volume regolabile tramite telecomando, è in fibra di carbonio.

Corpo vettura in fibra di carbonio

Bodykit in fibra di carbonio tema portante: comprende un inedito splitter anteriore, specchietti, cravatte e maniglie. Vale lo stesso all’interno abitale, rosso fuoco nella rifinitura del volante, e in nero sulla plancia centrale dei comandi, all’interno delle portiere, sul cruscotto. Completano l’upgrade estetico-aerodinamico cerchi OZ Hyper GT HLT da 20”, dotati di omologazione Nad e sviluppati in collaborazione con Romeo Ferraris.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × quattro =