Volkswagen, mercato auto tradizionale minacciato da Tesla, Apple e Nio: scenari 2021

Il boom in Borsa di Tesla sorprende Volkswagen che produce quasi 20 volte di più ma vale 9 volte meno

Sono parole che fanno riflettere perché le previsioni sul mercato delle auto non solo si stanno avverando ma stanno accelerando oltre le aspettative. In una intervista rilanciata ad Automotive News, il ceo della casa automobilistica tedesco Volkswagen, Herbert Diess, ha spiegato che “è cambiata la visione che hanno i mercati di noi produttori di auto tradizionali. Ci considerano vecchi“.

L’amministratore delegato ha affermato che ulteriori riduzioni dei costi e una revisione più rapida del gigante industriale tedesco sono fondamentali per resistere ai nuovi rivali con una potenza di fuoco finanziaria superiore. Ha riflettuto non solo sul tentativo di tenere il passo con Tesla, ma sul rischio che Apple aggiunga un altro potente concorrente con risorse quasi illimitate all’arena automobilistica.

Volkswagen produce 20 volte più do Tesla ma vale 9 volte meno

Il boom in Borsa di Tesla sorprende Volkswagen che produce quasi 20 volte di più ma vale 9 volte meno. “Nonostante tutti gli sforzi, al momento ci troviamo in una situazione un po’ più difficile rispetto al 2018, quando sono entrato in carica“, ha detto Diess. “Ciò che è veramente cambiato – e ciò che non mi aspettavo fino a questo punto – è la visione dei mercati dei capitali nel nostro settore“.

Nei quasi 2 anni e mezzo da quando Diess ha detto agli investitori che VW doveva mirare a livelli di valutazione più in linea con Apple, Amazon e Google per essere ancora in circolazione per altri due decenni, il divario è solo cresciuto. Elon Musk lo ha battuto sul tempo ottenendo una capitalizzazione di mercato di quasi 700 miliardi di dollari con Tesla, facendo sì che la società valga più delle prossime sei case automobilistiche più preziose messe insieme.

Auto elettriche, la crescita di Nio

E adesso avanza la cinese Nio. Ecco perché “rinnovamento e riduzione dei costi devono correre“. In una sola settimana, Tesla e i produttori cinesi di veicoli elettrici Nio e XPeng hanno raccolto 9,7 miliardi di dollari di capitale vendendo azioni. I 5 miliardi di dollari raccolti da Tesla erano equivalenti a circa la metà del flusso di cassa netto annuale di Volkswagen.

Il gruppo tedesco ha venduto 8,31 milioni di veicoli fino alla fine di novembre dello scorso anno, facendo impallidire le consegne per l’intero anno di quasi 500.000 auto di Tesla. Ma la capacità della società di Elon Musk di sostenere i profitti per cinque trimestri consecutivi dopo anni di perdite ha acceso l’entusiasmo degli investitori sia per la sua attività che per coloro che cercano di replicare il suo successo.

Le valutazioni e il sentimento nei confronti dei produttori di veicoli tradizionali continuano ad essere troppo pessimisti“, ha detto la scorsa settimana in una nota Arndt Ellinghorst, analista di Sanford C. “Restiamo convinti che le aziende affermate con portata globale, valore del marchio e bilanci solidi giocheranno un ruolo dominante nel futuro della mobilità”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici − 9 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.