Auto Gpl, quali comprare con gli incentivi 2024

Anche in questo 2024 il mercato automobilistico mette in mostra vari modelli di auto Gpl, e anche con lo sconto

auto gpl

Il segmento automobilistico delle vetture bi-fuel, inclusi i veicoli a Gpl, continua a suscitare interesse ed è favorito dal rinnovo degli incentivi all’acquisto. Si tratta di un’opportunità aggiuntiva per chi è alla ricerca di un veicolo da un ridotto impatto ambientali, con conseguenti facilitazioni in materia di limitazioni e di accesso nelle zone a traffico limitato. Ma anche per chi va alla caccia di con cui contenere l’impatto di spesa.

Incentivi per le auto a Gpl in vigore

Anche in questo 2024 il mercato automobilistico mette in mostra vari modelli di auto Gpl. E, intendiamoci, non sono limitate al solo segmento delle city car, di solito le più ricercate con questo tipo di alimentazione. Ma comprendono anche utilitarie, sempre molto popolare tra gli automobilisti italiani, e qualche crossover.

A ogni modo, questa categoria include veicoli con emissioni di CO2 tra 61 e 135 g/km che possono fruire di un’agevolazione di 2.000 euro sul prezzo di listino nel caso di rottamazione di un mezzo tra Euro 0 e Euro 4. Ecco allora alcune delle opzioni più vantaggiose ed economicamente accessibili nel settore automotive all’inizio del 2024.

Quale auto Gpl comprare con gli incentivi

Dacia Sandero si distingue per la sua praticità, compattezza e affidabilità, con un’accentuata attenzione alla convenienza economica. La versione a Gpl è disponibile con un costo di partenza di 14.750 euro che si riduce a 12.750 euro con gli incentivi. Nello specifico si tratta della Dacia Sandero Streetway 1.0 TCe ECO-G Essential, dotata di un motore turbo 1.0 da 100 CV e cambio manuale a cinque velocità. Questo modello si caratterizza per un consumo di 6,7 l/100 km e emissioni di 118 g/km di CO2.

Nel panorama italiano, EVO 3 si caratterizza per essere un’opzione vantaggiosa che si posiziona tra le più vendute con un prezzo post-incentivi di 17.900 euro. Equipaggiata con un motore 1.5 a quattro cilindri da 107 CV, presenta un consumo medio di 8,4 l/100 km e emissioni di 135 g/km di CO2, qualificandosi per l’ecobonus.

Hyundai i10 si propone come una soluzione agile e maneggevole per la guida urbana, grazie al suo motore 1.0 da 67 CV, trazione anteriore e cambio manuale a cinque marce. Condivide numerosi aspetti con la Kia Picanto, inclusi piattaforma e consumi. Con un prezzo di listino di 18.850 euro, gli incentivi lo riducono a 16.850 euro.

Kia Picanto è un’alternativa da considerare nel segmento delle auto bi-fuel per chi cerca un veicolo economico e funzionale. Con un prezzo iniziale di 17.350 euro, che scende a 15.350 euro con l’ecobonus, è mossa da un motore 1.0 a tre cilindri da 65 CV. Presenta consumi di 6,6 l/100 km e emissioni di 106 g/km di CO2.

Renault Clio, molto apprezzata in Italia, simboleggia praticità e affidabilità a un costo ragionevole. La versione a Gpl con motore 1.0 turbo a tre cilindri da 101 CV è disponibile a 16.750 euro con gli incentivi, offrendo un consumo medio di 7 l/100 km e emissioni di 108 g/km di CO2.

Articolo precedenteContrassegno disabili non esposto, come fare ricorso contro la multa
Prossimo articoloAuto elettrica, quando comprarla e quali sono i vantaggi