Nissan Juke 1.6 HEV Tekna: cosa emerge dalla prova su strada

Nissan Juke 1.6 HEV Tekna, originale e sportivo, lungo 421 cm, offre un'abitabilità sorprendente ma il baule è meno pratico a causa del portellone

Nissan Juke 1.6 HEV Tekna è un crossover ibrido è dotata di una vasta gamma di sistemi di sicurezza. Tuttavia non è particolarmente adatta per una guida sportiva. Il cambio non si distingue per fluidità e i consumi sono generalmente bassi.

Test drive Nissan Juke 1.6 HEV Tekna

Nissan Juke 1.6 HEV Tekna, originale e sportivo, lungo 421 cm, offre un’abitabilità sorprendente ma il bagagliaio è meno pratico a causa del portellone che, una volta aperto, può essere urtato da chi supera i 180 cm di altezza. Questa versione full hybrid consuma poco, tranne alle velocità autostradali. La meccanica è particolare, frutto della collaborazione con Renault: il motore elettrico da 49 CV aziona le ruote a basse velocità mentre il 1.6 da 94 CV entra in gioco successivamente attraverso il cambio a sei marce, di cui quattro dedicate al 1.6 e due al motore elettrico.

Una terza unità elettrica da 20 CV ricarica la batteria, prelevando energia dal 1.6 o durante i rallentamenti. Il funzionamento è fluido se si guida tranquillamente, ma accelerando le marce cambiano continuamente e, una volta esaurita la carica della batteria, le prestazioni si riducono.

La dotazione di sicurezza è impeccabile, comprendendo anche la guida semi-autonoma di livello 2 e le telecamere a 360 gradi che migliorano la visuale posteriore e di tre quarti. Questi dispositivi costano 1.000 euro per la versione più economica N-Connecta (30.300 euro), che presenta cerchi da 17 anziché 19 pollici che rendono meno percepibili le irregolarità della strada.

L’ambiente dell’abitacolo è sportivo ma un po’ cupo a causa dei rivestimenti neri su sedili e soffitto e dei finestrini posteriori piccoli e scuri. Nonostante ciò, lo spazio non manca. Le finiture sono curate, ad eccezione delle plastiche rigide nella parte superiore delle porte, ma i braccioli sono morbidi in finta pelle.

Cosa piace della Nissan Juke 1.6 HEV Tekna

La guida in modalità elettrica di Nissan Juke 1.6 HEV Tekna (il motore a benzina si accende solo per ricaricare la batteria) offre un’accelerazione potente. Il comfort acustico è buono, ma le ruote da 19 pollici rendono la guida meno confortevole su strade dissestate.

La funzione e-Pedal aumenta la frenata elettrica e il recupero di energia durante il rilascio dell’acceleratore. La vettura è agile in curva e offre una buona tenuta di strada, ma non incoraggia a guidare in modo sportivo. Infatti, durante le accelerazioni il cambio mostra incertezze nella selezione del rapporto e con la batteria scarica le prestazioni calano notevolmente. I freni sono validi.

A velocità elevate, i consumi aumentano e già a 100 chilometri orari si possono sentire i rumori aerodinamici, soprattutto dagli specchietti. I sistemi di assistenza sono utili, in particolare la guida semi-autonoma di Livello 2 che regola la velocità in base al traffico e mantiene la vettura al centro della corsia, ma è necessario comunque tenere il volante.

Articolo precedenteAuto elettrica: quali cavi e connettori per la ricarica utilizzare
Prossimo articoloCitroen C4: quale motore scegliere? E quale cambio?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here