Cambio semiautomatico, automatico o meccanico?

Una trasmissione semiautomatica prende le basi della trasmissione manuale e automatica e le combina

Ci sono due tipi principali di cambio per auto, manuale o automatico. Ma c’è anche una terza opzione: il semiautomatico. In pratica, significa che il veicolo combina cambi manuali e automatici, offrendo il meglio di entrambi i mondi.

Un semiautomatico può essere un po’ più costoso di un’auto manuale normale, ma presenta alcune caratteristiche peculiari che possono rivelarsi utili per gli automobilisti. L’attrazione principale di avere un’auto semiautomatica è che il guidatore ha la possibilità di controllare le marce manualmente o automaticamente, a seconda di quale preferisce al momento.

Come funziona il cambio semiautomatico

La principale differenza tra un’auto automatica e una semiautomatica è che il conducente ha la possibilità di cambiare manualmente marcia in un’auto semiautomatica. In un’auto automatica, non c’è alternativa. In un automatico, i cambi di marcia vengono effettuati dal veicolo anziché dal conducente: il computer dell’auto determina quale marcia è selezionata e quando viene cambiata.

Una trasmissione semiautomatica prende le basi della trasmissione manuale e automatica e le combina. L’energia cinetica prodotta dal motore aiuta a far girare le ruote, mentre i rapporti di trasmissione accuratamente sintonizzati controllano la velocità o il rallentamento delle ruote.

Fondamentalmente, in un semiautomatico non c’è il pedale della frizione, come nel caso di un’auto automatica. Invece, la CPU e i sensori dell’auto azionano la frizione quando il conducente cambia marcia. Una serie di attuatori e un motore idraulico si trovano nel punto della del cambio e il pedale della frizione sarebbero in un manuale.

Il computer del veicolo gestisce la coppia del motore, velocità, posizione del pedale dell’acceleratore e altre funzioni. Quando la CPU rileva uno scenario che richiede un cambio di marcia, inserisce la frizione e disconnette temporaneamente il sistema di cambio semiautomatico. Dopodiché, gli attuatori del cambio cambieranno marcia e disinnesteranno la frizione in modo da ristabilire la connessione tra trasmissione e motore.

Perché scegliere un’auto con un cambio semiautomatico

Il sistema offre al guidatore un facile controllo sulla selezione delle marce, fornendo levette del cambio montate sul volante o una leva del cambio modificata.

In pratica, il conducente può controllare le marce di solito con un metodo di salita e discesa. Un’auto con cambio semiautomatico è facile da guidare. I veicoli semiautomatici generalmente hanno anche una migliore efficienza del carburante rispetto a un automatico standard.

Avendo la possibilità di guidare un veicolo con cambio semiautomatico utilizzando l’opzione manuale, consente di avere un maggiore controllo del veicolo. In determinate situazioni, questo è davvero utile, come guidare su neve e ghiaccio o navigare su ripide colline.

Articolo precedenteDS: nuovi modelli per vincere la sfida delle basse emissioni
Prossimo articoloAuto ibride, come fare a ricarcare la batteria

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here