Benzina: caratteristiche, differenze e prezzi

Tutti sappiamo che cos’è la benzina. Si tratta di un prodotto che viene ottenuto dalla distillazione del petrolio greggio. È un liquido altamente infiammabile, trasparente incolore, oleoso e dall’odore acuto. Ora analizziamo caratteristiche, differenze e pressi.

Le caratteristiche della benzina

L’uso come carburante della benzina impone che essa abbia adeguata volatilità e buona capacità antidetonante. Quest’ultimo dato si misura con il numero di ottano (NO). Questo è un indice di riferimento a una scala. L’isoottano puro è uguale a 100 (poco detonante) e il n-eptano è uguale a 0 (molto detonante). Per migliorare le proprietà antidetonanti della benzina si è in passato fatto ricorso ad additivi costituiti da composti del piombo il cui impiego, per gli effetti inquinanti, ha portato alla nascita della cosiddetta benzina verde, a basso tenore di piombo.

I prezzi

In Italia circa il 70% del prezzo al consumo della benzina è costituito da un’accisa sul consumo e dall’IVA. Nel settore si distingue pertanto tra: “prezzo” per intendere il prezzo comprensivo dell’accisa e dell’IVA, “prezzo Siva” per intendere assolta l’accisa ma non l’IVA (Siva = senza IVA) “prezzo SIF/Siva” per intendere il prezzo del prodotto senza aver assolto l’accisa e l’IVA (SIF = senza imposta di fabbricazione).

Le variazioni

L’andamento dei prezzi (tranne la componente fiscale) è nel lungo periodo collegabile ai rincari del prezzo del petrolio greggio. Nel breve periodo è invece determinante soprattutto la propensione (“costo opportunità”) del consumatore. Quest’ultimo è il motivo per cui paradossalmente il prezzo sale quando la domanda cala (estate) e scende quando la domanda cresce (inverno). Altre voci minori del costo logistico sono il costo del trasporto del combustibile, il trasporto su gomma e le tariffe autostradali. Riguardo all’accisa, il suo ammontare è variato una quindicina di volte nella storia d’Italia, partendo dal 1935, quando fu incrementata di 0,1 centesimi al litro per reperire le risorse alla guerra di Abissinia.

Articolo precedenteMigliore app per pagare parcheggio: le più gettonate
Prossimo articoloRicambi auto: prezzi alle stelle, l’appello degli esperti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here