Auto a benzina o diesel? L’importanza di non sbagliare scelta

Sono tanti gli aspetti da considerare al momento della scelta tra un'auto alimenta a benzina e una a diesel. Ecco cosa c'è da sapere

L’acquisto di un nuovo veicolo in questo periodo è così una scelta difficile, poiché i criteri da considerare sono tanti. È un investimento finanziario importante ed è meglio non sbagliare. Uno di questi criteri è la scelta del carburante: benzina o diesel. La risposta sarà diversa a seconda della sensibilità e delle priorità di ciascuno: inquinamento, efficienza, misure fiscali.

Quindi, quale carburante scegliere tra benzina e diesel? L’efficienza del motore è definita da un rapporto: per una quantità di energia chimica assorbita, quale quantità di energia meccanica risulta dalle ruote per muovere il veicolo? Questo concetto è quindi direttamente associato al consumo di carburante. L’efficienza del motore a benzina è così inferiore all’efficienza di un motore diesel.

Cosa c’è da sapere tra benzina e diesel

La coppia motore in Nm è favorita da una buona combustione e da un notevole sfasamento del fissaggio della biella all’albero motore o al braccio di leva, la cui lunghezza corrisponde alla metà della corsa del pistone. Queste condizioni ottimali sono favorite nel motore diesel che è sempre ben fornito di coppia motrice.

La potenza del motore si sviluppa invece durante le rapide rotazioni del motore, aumentando il numero di bruciature in un dato tempo, sinonimo di maggiore consumo di carburante. Questo parametro, necessario alle alte velocità del veicolo, o in fase di sorpasso viene utilizzato principalmente dal motore a benzina.

Imbattibile in termini di risparmio energetico. L’uso dell’aria condizionata a volte può avere un impatto significativo sul consumo di carburante. La sua accensione può aumentare il consumo: è quindi molto meglio guidare con i finestrini leggermente aperti per qualche minuto. Anche se successivamente si accende l’aria condizionata, il tiraggio causato dall’apertura dei finestrini fornirà aria fresca al condensatore dell’aria condizionata, che avrà quindi bisogno di meno energia per funzionare correttamente.

E se scegliessimo un carburante low cost?

La benzina low cost non fa male al motore dell’auto, dato che la sua base è la stessa di quella usata nelle stazioni di servizio più esclusive e che la differenza tra le altre sta negli additivi che ogni catena si aggiunge al carburante per rendere il tuo prodotto più efficiente.

Ci dispone di una stazione di servizio low cost nelle vicinanze, non bisogna aver paura di andarci per fare il pieno. La miscela di additivi che ogni stazione di servizio mette nel suo prodotto è solitamente segreta, quindi l’utente non può dire a prima vista quale sia il migliore per il motore dell’auto.

Articolo precedenteHongqi E-HS9, tutto sul suv elettrico di lusso cinese che vuole sorprendere
Prossimo articoloCrash test per la sicurezza delle auto: strumenti e comparazioni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here