Xbus, il furgone elettrico modulare che si monta e si smonta come un Lego

Xbus è alimentato da quattro motori elettrici, uno su ciascuna ruota

Xbus è il furgone elettrico modulare di Electric Brands già in fase di pre-produzione. Questo eco van di piccole dimensioni e configurabile in più modi offre la possibilità di equipaggiare una batteria con fino a 600 chilometri di autonomia. Il suo design dalle arie retrò, che da una prospettiva frontale ricorda quello della Honda e, si basa sul concept che Electric Brands ha battezzato come eBussy e che ha già presentato nel 2020.

Specifiche tecniche dell’Xbus

Xbus è un furgone elettrico dal design accattivante, con tetto apribile e la possibilità di fino a 9 diverse configurazioni, ha dimensioni contenute di 3,64 metri di lunghezza, 1,60 di larghezza e 1,94 di altezza. Per dimensioni potrebbe essere paragonabile a un’auto del segmento A, ma per le sue caratteristiche appartiene alla classe L7e o quadricicli. Viene infatti arricchito da una ricarica solare integrata e da materiali leggeri, così leggeri da far rientrare il veicolo nella classe di omologazione quadriciclo L7e-B2.

Xbus è alimentato da quattro motori elettrici, uno su ciascuna ruota. Sebbene generino una potenza massima totale di 56 kW (75 CV) e una coppia di 1.000 Nm, la potenza nominale è di 15 kW (circa 20 CV). Raggiunge una velocità massima di 100 chilometri orari e pesa da 450 a 600 kg a vuoto, a seconda della configurazione.

La batteria standard è da 10,0 kWh e offre 200 chilometri di autonomia. Ma come opzione, Xbus può trasportare un pacco batteria da 30,0 kWh, che aumenta le possibilità fino a un’autonomia di 600 chilometri. Queste batterie, che si trovano al centro del veicolo, sono realizzate dal marchio tedesco Universal.

Xbus si monta come un Lego: prezzo e uscita

Electric Brands produrrà diversi moduli per l’Xbus, che consentiranno agli acquirenti di configurare il proprio furgone quasi come se fosse un Lego in scala reale. Si può scegliere tra due tipologie di telaio – standard e fuoristrada – e tra 9 tipologie di scocche molto diverse a seconda dei gusti e delle esigenze: Bus, Kipper, Koffer, Universal, Pick Up, Pick Up Kombi, Open e Camper. Dal furgone tipo minibus chiuso al pick-up o al cassone ribaltabile, passando anche per una variante camper dotata di frigorifero, serbatoio dell’acqua, lavello, piano cottura e persino televisione.

Il marchio tedesco assicura che Xbus sarà disponibile nel 2022 a un prezzo di partenza di circa 18.000 euro, ma a seconda della configurazione e degli optional può superare i 30.000 euro se, ad esempio, si sceglie la versione camper. Le prenotazioni già avviate sul sito web.

Articolo precedenteI conducenti più distratti alla guida dell’auto? Sono i genitori di bambini. Nuovo studio
Prossimo articoloKia Sportage: design, interni, motori e uscita del nuovo modello di suv 2021-2022

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 − 1 =