Seat e-Scooter: ecco il primo scooter spagnolo 100%

Tramite un'app specifica, gli utenti possono quindi controllare il livello della batteria

Anche Seat ha il suo scooter elettrico. Siamo ancora a livello di concept, ma è per ora più che sufficiente sia per conoscere la volontà del costruttore spagnolo e sia per comprendere la direzione intrapresa con questo speciale modello a emissioni zero. E che questo segmento di mercato sia molto vivo è dimostrato dall’interesse dimostrato da numerosi altri produttori.

Sembra che proprio questa sia la nuova frontiera da raggiungere ed è lecito attendere una diffusione ancora più ampia nei prossimi anni. Si ricomincia comunque da Seat e-Scooter che nell’aspetto e nelle caratteristiche è simile a uno scooter 125 cc. Ma con una caratteristica distintiva in più: offre un’autonomia di 115 chilometri.

Seat e-Scooter, c’è il concept

Se andiamo a sfogliare lo storico, scopriamo come non è la prima volta che il marchio Martorell cerca di farsi largo nel segmento delle ruote. Basta consultare la gamma per notare come questo nuovo e-Scooter sia già in compagnia di altri modelli. Pensiamo ad esempio allo scooter EXS che ha anticipato il concept e-Kickscooter. La vera novità è che Seat ha anche avuto il coraggio di presentare uno scooter puramente elettrico pensato sia per privati e sia flotte di servizi di motosharing.

I tempi sono piuttosto stretti, pensando che da cronoprogramma vedrà la luce nel 2020. Per lo sviluppo del concept, Seat sta lavorando a un accordo in collaborazione con Silence, responsabile della produzione degli scooter nel suo stabilimento di Molins de Rei, a Barcellona.

Autonomia e caratteristiche dello scooter elettrico

Per quanto riguarda la parte tecnica, e-Scooter sarà alimentato da un motore da 7 kW con potenza di 14,8 CV, equivalente a un modello da 125 cc, insieme a una coppia massima di 240 Nm. La velocità massima che è in grado di raggiungere è di 100 chilometri orari. Di più: questo scooter riesce a raggiungere 50 chilometri orari partendo da fermo in in 3,8 secondi.

Aspetto cruciale è naturalmente la batteria e quindi l’autonomia di percorrenza che è in grado di assicurare. Ebbene, il produttore spagnolo promette un raggio di 115 chilometri secondo il ciclo WMTC (World Motorcycle Test Cycle). Lo scooter può essere ricaricato a casa o in prese pubbliche.

Tra le sue caratteristiche distintive con cui Seat cerca di fare breccia tra le preferenze dei consumatori c’è la possibilità per Seat e-Scooter di ospitare due caschi sotto il sedile. Tramite un’app specifica, gli utenti possono quindi controllare il livello della batteria per capire rapidamente se è necessaria una ricarica di energia oppure la sua posizione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × 5 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.