Audi RS 6 Avant GT, dinamica di guida che fa la differenza

Audi RS 6 Avant GT mantiene le stesse specifiche della versione Performance, sia per quanto riguarda il motore sia per la trasmissione

Audi RS 6

L’introduzione dell’Audi RS 6 in edizione Performance sembrava aver chiuso definitivamente un capitolo, ma si è rivelata solo l’inizio di una nuova era. Questa nuova avventura si presenta sotto forma di un’edizione limitata, poiché la RS 6 Avant GT sarà prodotta in soli 660 esemplari destinati a tutto il mondo. A differenza della Performance precedente, questa nuova variante non presenta un pacchetto tecnico potenziato, mantenendo le stesse specifiche della versione standard dell’Audi RS 6.

Il cuore di questa vettura è il motore V8 biturbo da 630 cavalli, in grado di generare una coppia di 850 Newton metri. Questi numeri impressionanti garantiscono prestazioni di alto livello: la RS 6 GT accelera da 0 a 100 km/h in soli 3,3 secondi e da 0 a 200 km/h in 10,5 secondi. Queste prestazioni sono supportate da una rivisitazione dell’assetto e del differenziale sportivo posteriore, che migliorano ulteriormente la dinamica di guida del veicolo.

Audi RS 6 Avant GT, performance di primo livello

Audi RS 6 Avant GT mantiene le stesse specifiche della versione Performance, sia per quanto riguarda il motore sia per quanto riguarda la trasmissione. Il nuovo software di gestione e un differenziale centrale di nuova concezione, più leggero e compatto, consentono cambi di marcia più rapidi. Questo differenziale distribuisce potenza e coppia con un rapporto di 40:60, con la flessibilità di indirizzare fino al 70% della potenza all’asse anteriore e fino all’85% all’asse posteriore in base alle condizioni reali di aderenza.

La vera innovazione che distingue la GT dal resto della famiglia RS 6 è il nuovo differenziale posteriore sportivo, controllato elettronicamente. Questo componente, sebbene simile meccanicamente al resto della gamma, è stato ottimizzato elettronicamente dagli ingegneri di Audi Sport per conferire alla vettura una maggiore agilità durante la guida sportiva.

L’assetto della vettura è stato attentamente rivisto per massimizzare le prestazioni. L’architettura rimane invariata, con sospensioni multilink sia all’avantreno che al retrotreno, ma sono stati implementati elementi di sospensione più rigidi e regolabili.

La RS 6 GT può essere equipaggiata con sospensioni sportive RS plus con Dynamic Ride Control o sospensioni pneumatiche adattive RS, ma di serie presenta una sospensione regolabile con molle più rigide, ammortizzatori a tripla regolazione e stabilizzatori più rigidi. Queste modifiche consentono di adattare facilmente la vettura per un utilizzo in pista, mentre i nuovi pneumatici Continental Sport Contact 7 da 285/30 R22 e i cerchi da 22 pollici garantiscono prestazioni ottimali su strada.

Alla scoperta delle specifiche di Audi RS 6 Avant GT

Un’analisi dettagliata della RS 6 GT comprende un’esplorazione delle specifiche stilistiche. Prima di tutto, spariscono i mancorrenti dal tetto, creando un aspetto più pulito e aerodinamico. Per conferire un vero e proprio carattere GT, è consigliabile optare per una delle tre colorazioni che includono un wrapping celebrativo. Tra queste, la più iconica è l’Arkona White, un omaggio alla leggendaria Audi 90 che gareggiava nel campionato IMSA, riprendendo la stessa livrea della concept RS 6 GTO del 2020. Le altre opzioni di colore, nero, grigio e rosso, contribuiscono ad alimentare il fascino nostalgico del passato.

La vettura presenta un nuovo spoiler posteriore e un design complessivo che appare più massiccio e atletico, enfatizzando la sua indole orientata alla pista. I badge GT sono distribuiti lungo il corpo della vettura e nell’abitacolo, mentre il nuovo diffusore posteriore si ispira all’universo del motorsport.

All’interno, le dinamiche rimangono fedeli allo stile Audi, con particolari dedicati che includono braccioli, cruscotto, consolle centrale e pannelli laterali delle porte rivestiti in microfibra Dinamica. Questi dettagli contribuiscono a creare un ambiente affascinante, ma hanno anche un impatto sul prezzo finale, che supera abbondantemente i 200.000 euro, posizionando la RS 6 GT in una categoria di prezzo da supercar.

Nonostante la produzione limitata a 660 esemplari, di cui il 50% destinato all’Europa e oltre 40 in Italia, la RS 6 Avant GT va ben oltre l’immagine di una wagon ad alte prestazioni, offrendo un’esperienza di guida unica e un design esclusivo.

Articolo precedenteMcLaren 750S: la supersportiva per chi ama comfort e piacere
Prossimo articoloClasse ambientale, come sapere di che Euro è la propria auto