Citroen Autonomous Mobility Vision, come funziona lo Skate del suo concept di mobilità autonoma

Gli utenti non devono più concentrarsi sulla guida, ma possono beneficiare del tempo a loro disposizione

Al centro dell’esperienza Stellantis al Ces 2022 di Las Vegas, l’evento di elettronica, tecnologia e innovazione, Citroen ha presentato la sua visione della mobilità di oggi e di domani. Ha scelto di esporre lo Skate del suo concept di mobilità autonoma e condivisa, Citroen Autonomous Mobility Vision.

Questo concept associa una piattaforma tecnologica autonoma, the Citroen Skate, ad alcuni Pod dedicati a differenti servizi e utilizzi e progettati da alcuni partner (autorità locali, società di servizi) e offre agli utenti la possibilità di essere trasportati da un punto all’altro della città.

Tutto sul concept Citroen Autonomous Mobility Vision

Con il suo concept Citroen Autonomous Mobility Vision, Citroen anticipa le esigenze della mobilità urbana di domani e mette la sua tecnologia al servizio del benessere degli utenti, nel rispetto dell’ambiente e ottimizzando le condizioni del traffico in città.

L’obiettivo di questo concept autonomo open-source è di rendere più fluida la circolazione in città in modo inventivo e di fornire agli utenti un’esperienza originale e rilassante in cui non devono fare altro che lasciarsi trasportare.

Per ottimizzare il traffico urbano, una flotta di robot autonomi e interconnessi, i Citroen Skates, dissociati dai Pod che trasportano, viaggeranno su corsie dedicate perfettamente integrate nel paesaggio urbano. Gli Skate sono vettori di mobilità che permettono ai vari Pod, creati da diverse società di servizi, di posizionarsi sulla loro piattaforma.

In questo modo gli utenti possono avere accesso al servizio che desiderano 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 e approfittare, ad esempio, di un ambiente rilassato per leggere un libro, guardare un video, ascoltare musica sorseggiando un drink o ancora praticare sport mentre si spostano da un luogo all’altro.

Questa soluzione autonoma condivisa comporta una serie di vantaggi. Permette di decongestionare il traffico delle grandi metropoli, di ridurre la loro impronta di carbonio perché è elettrica e inoltre è adatta a molteplici utilizzi e molto meno costosa di un veicolo autonomo individuale. La diffusione di quest’approccio si basa quindi su un uso ottimale delle risorse che compongono l’intero ecosistema: Pod, Citroen Skates, corsie dedicate, gestione della flotta.

La mobilità del futuro per Citroen

Per Citroen, la mobilità del futuro può essere sostenibile, condivisa, autonoma e connessa. Il suo concept, Citroen Autonomous Mobility Vision, incarna questa filosofia e offre agli utenti spostamenti su misura con esperienze e servizi associati. Gli utenti non devono più concentrarsi sulla guida, ma possono beneficiare del tempo a loro disposizione durante il trasferimento e godersi l’esperienza di viaggio.

Articolo precedenteAuto connessa: tutte le novità dell’accordo tra Amazon e Stellantis
Prossimo articoloFerrari Daytona SP3, supercar da 840 CV che si ispira ai prototipi sportivi degli anni 60

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here