Modulo CID per la contestazione amichevole: come si compila

Una breve guida per compilare rapidamente e in maniera rapida il documento per Convenzione d’Indennizzo Diretto, il sistema più veloce per ottenere l'indennizzo da parte della compagnia assicurativa.

È fortunato chi non ha mai fatto un incidente alla guida della propria auto. Eppure è un’eventualità alquanto frequente. In caso di lievi danni all’auto e nessuna lesione alle persone, conviene utilizzare il cosiddetto modulo CID (Convenzione d’Indennizzo Diretto) per la contestazione amichevole. Perché? Si tratta del sistema più rapido per ottenere il rimborso delle spese sostenute a causa del sinistro dalla propria compagnia assicurativa.

Compilare il CID: cosa serve

Avere con sé, magari nel cruscotto, questo modulo e una penna funzionante. Spesso il documento è fornito dalla propria assicurazione, oppure è scaricabile online: in questo caso è da stampare in almeno due copie. Quello fornito dalla compagnia, di solito, è in carta copiativa ed è sufficiente che solo un automobilista (oppure motociclista) coinvolto nell’incidente lo compili, fornendo obbligatoriamente la copia all’altro. Bisogna ricordarsi che, terminata la compilazione, il CID deve riportare la firma dei due conducenti interessati dal sinistro, altrimenti non è valido.

Compilare il CID: come funziona

La prima regola per compilare il modulo CID è “mantenere la calma” com’è scritto spesso anche sullo stesso modulo. Litigare dopo un sinistro non serve: il danno è fatto e la ragione, così come il torto, sovente sta nel mezzo.

Per compilare il modulo CID rapidamente occorrono: i libretti delle due vetture coinvolte, le patenti dei conducenti e i tagliandi delle assicurazioni.

La compilazione del modulo CID è alquanto intuitiva: due le colonne, una per mezzo, alcune domande tecniche (ora del sinistro, modello dei veicoli, nomi delle compagnie assicurative, ecc.) e un’area dove disegnare la dinamica dell’incidente. Il disegno, tuttavia, non deve essere particolarmente elaborato: sono sufficienti dei rettangoli per rappresentare le sagome delle autovetture, linee per tratteggiare la strada e delle frecce per indicare la direzione dei mezzi. Due consigli, molto scontati: la dinamica dell’incidente deve essere chiara e bisogna disegnare la scena come fosse stata ripresa dall’alto, facendo un “fermo immagine” sul momento esatto del sinistro.

Compilare il modulo CID, tuttavia, è semplicissimo, poiché il documento è corredato di semplici istruzioni: redigerlo non dovrebbe essere un problema, specialmente tra automobilisti collaborativi.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − quattro =