Hyundai scommette sulle auto elettriche: addio ai motori termici entro il 2035

L'obiettivo di Hyundai è espandere le vendite dei suoi nuovi modelli 100% elettrici nei mercati chiave per restare competitivo

Hyundai ha annunciato la sua decisione di abbandonare i motori termici, benzina e diesel, a partire dal 2035 nei mercati europei. Per il resto dei mercati mondiali la data è posticipata al 2040. Hyundai approfitterà di questi due decenni per sviluppare tecnologie elettriche, scommettendo su auto elettriche alimentate sia a batterie che a idrogeno.

Sviluppo di motori elettrici e batterie per Hyundai

La casa automobilistica sudcoreana si unisce al gruppo di produttori annunciando l’intenzione di rimuovere dal catalogo le varianti di motori a benzina e diesel. Un club sempre più popolare, che farà parte del 2035 in Europa. Nel Vecchio Continente è attesa l’entrata in vigore della nuova normativa europea, Euro 7, che sarà molto più esigente in termini di emissioni e renderà i motori a combustione impraticabili.

Lo sviluppo di motori elettrici e batterie con l’obiettivo di aumentare l’autonomia e la velocità di ricarica, è un costo enorme. Entrambi i motivi hanno portato molti produttori a porre fine agli investimenti nei motori a combustione. Nel caso di Hyundai, la scadenza è posticipata al 2040 nel resto dei mercati mondiali, tanto che il risultato è che l’azienda sarà carbon neutral nel 2045.

Nonostante la scadenza fissata dal produttore coreano possa sembrare lontana, un traguardo intermedio è stato fissato anche al 2030. Hyundai promette che raggiungerà il 30% delle sue vendite solo con modelli alimentati da batterie elettrochimiche o da fuel cell a idrogeno. Si tratta però di una decisione che riguarda solo Hyundai. Non trova spazio negli altri marchi del gruppo coreano: Kia, Genesis e Mobis, ma non significa che questi marchi sia completamenti tagliati fuori.

Hyundai Motor Group ha già annunciato che ridurrà gli investimenti nei motori a combustione e quindi il numero di modelli alimentati da queste tecnologie, con l’obiettivo di liberare risorse per i veicoli elettrici. Il risultato sarà una riduzione del 50% della fornitura per i suoi modelli alimentati a diesel e benzina.

Hyundai: modelli 100% elettrici nei mercati chiave

L’obiettivo del produttore è espandere le vendite dei suoi nuovi modelli 100% elettrici nei mercati chiave: Europa, Stati Uniti e Cina. Per raggiungere questo obiettivo deve vendere circa un milione di veicoli elettrici nel 2025 ovvero una quota del 10% del mercato mondiale. In alcuni mercati, quelli che hanno uno sviluppo insufficiente dell’infrastruttura di ricarica o non dispongono di una rete di approvvigionamento di idrogeno, continuerà la commercializzazione dei modelli termici. In questi paesi, Hyundai potrebbe offrire motori termici alternativi basati su combustibili sintetici, agrocarburanti o biogas.

Hyundai ha annunciato proprio a Monaco di Baviera lo sviluppo del successore del Nexo, un suv alimentato a fuel cell che è nell’offerta del produttore dal 2018. Prevede inoltre di lanciare una versione a idrogeno del suo nuovo furgone, Staria, veicolo polivalente che attualmente ha solo motori termici.

Articolo precedenteApple Car elettrica sarà realizzata da Toyota? Quando può uscire
Prossimo articoloYoyo, come funziona l’auto elettrica realizzata con tecnologia 3D

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here