Auto di lusso 2019 più vendute in Italia, i dati ufficiali

La classifica del mese di maggio

La Porsche 911 mantiene la leadership della classifica delle auto più lussuose del mercato, mentre la più grande Panamera (al secondo posto) cresce del 30% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Ed è iniziata la fase di recupero della più lussuosa delle auto firmate Tesla. La Model S triplica quasi le vendite rispetto a maggio dell’anno scorso ed entra nella top ten anche se al decimo posto. Ma è invece nona nella classifica dei primi cinque mesi dell’anno sopra di sole 4 unità rispetto alla Ferrari 488.

La classifica del mese di maggio 2019

Fari puntati anche su Maserati Ghibli. Perde la seconda posizione in classifica (ora è terza) e 21 unità rispetto a maggio dell’anno scorso. È questo il bilancio della Maserati Ghibli, la più piccola delle supercar della Casa di Modena, che nei primi cinque mesi dell’anno mantiene invece il posto numero 2 ma lascia sul campo ben 134 unità. Questa la graduatoria:

  • Porsche 911 178 (unità vendute)
  • Porsche Panamera 73
  • Maserati Ghibli 61
  • Mercedes GT 57
  • Bmw Serie 7 32
  • Bmw Serie 8 28
  • Audi A8 27
  • Lamborghini Urus 25
  • Ferrari 488 24
  • Tesla Model S 21

E c’è anche Porsche 911 Targa 4 GTS 2019

I sedili sportivi Plus in pelle liscia e con fascia centrale in Alcantara, sono dotati di regolazione elettrica dello schienale e dell’altezza del sedile e di regolazione longitudinale meccanica. Sui poggiatesta non poteva che fare la sua comparsa la scritta GTS. Il pacchetto interni punta sui contrasti sportivi. Il carbonio è il materiale dominante sulle modanature del cruscotto, sulle porte e sul tunnel centrale.

Il motore boxer potenziato da 3,8 litri della nuova 911 Targa 4 GTS con iniezione diretta (DFI) e VarioCam Plus sviluppa 316 kW (430 CV) a 7.500 giri al minuto e raggiunge una coppia massima di 440 Nm a 5.750 giri al minuto. L’accelerazione da 0 a 100 chilometri orari si consuma in 4,3 secondi mentre la velocità massima è di 301 chilometri orari. La trazione integrale si abbina a una frizione a lamelle a comando elettronico, al differenziale frenante automatico e all’antipattinamento ASR.

La frizione a lamelle distribuisce la forza motrice tra l’asse posteriore, sempre in trazione, e l’asse anteriore in base alle rilevazioni dei sensori riguardo alle accelerazioni longitudinale e trasversale e all’angolo di sterzata. Il cambio manuale è a 7 marce. Un indicatore nel contagiri segnala quella selezionata. L’indicatore di passaggio alla marcia superiore nella strumentazione contribuisce a ridurre i consumi. Il volante SportDesign dispone di due paddle in robusta lega leggera posti in posizione ergonomica rispettivamente dietro alle razze destra e sinistra del volante.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici − sette =