Auto elettriche 2024, i 7 modelli da non perdere di vista

Chi acquista un veicolo a emissioni zero riceve un ecobonus di 3.000 euro senza rottamazione ovvero 5.000 euro con rottamazione

Cupra Raval

La prospettiva di raggiungere un prezzo inferiore a 25.000 euro per le vetture elettriche è una soglia fondamentale per l’interesse dei costruttori automobilistici. Questa fascia di prezzo è cruciale per stimolare una domanda di vetture elettriche in Europa, specialmente nel mercato italiano. Il gruppo Volkswagen, con la sua nuova gamma di vetture cittadine ID.2, Renault con la R5, e Fiat con la prossima generazione di Panda, mirano esattamente a questo target. La competizione per le auto elettriche si gioca intorno a questa cifra, che si avvicina sempre di più ai listini delle vetture comparabili con motorizzazione a benzina.

La sfida è rilevante nel contesto urbano, dove batterie di dimensioni più contenute risultano sufficienti. In Italia, i veicoli con un prezzo lordo di 25.000 euro possono beneficiare di incentivi. Coloro che acquistano veicoli a emissioni zero ricevono un ecobonus di 3.000 euro senza rottamazione, ma l’importo sale a 5.000 euro se viene rottamato un veicolo con omologazione compresa tra Euro 0 ed Euro 4, posseduto per almeno 12 mesi dal acquirente o da un suo familiare convivente. Ecco cosa c’è da sapere:

Citroen e-C3

Il progetto per il gruppo Stellantis è incentrato sulla piattaforma modulare Smart Car, concepita per offrire varianti elettriche a prezzi accessibili per tutti i marchi principali. Il punto di partenza è l’erede a batteria del popolare modello C3, già prenotabile con un prezzo base di 23.900 euro. La sua estetica innovativa presenta una lunghezza di 401 cm, con un incremento di soli 1 cm, e un’altezza di 157 cm, che rappresenta un aumento di 10 cm rispetto al modello attuale.

Questo veicolo elettrico adotta una logica simile ai multispazio, caratterizzata da sedili più rialzati e comandi razionali ma sofisticati. La strumentazione tradizionale è sostituita da un head-up display che proietta le informazioni sul parabrezza, affiancato da un display touch da 10,25 pollici al centro della plancia. Citroen e-C3 accelera da 0 a 100 km/h in 11 secondi, raggiungendo una velocità massima di 135 km/h. La parte meccanica incorpora un motore da 113 CV di potenza e batterie con tecnologia litio-ferro-fosfato, attualmente tra le più economiche sul mercato, con una capacità di 44 kWh.

L’autonomia dichiarata è di 320 km, mentre i tempi di ricarica variano da 26 minuti (dal 20% all’80%) utilizzando una colonnina ad alta potenza da 100 kW in corrente continua, a 2 ore e 50 minuti tramite una colonnina da 11 kW a corrente alternata. Citroen ha annunciato che nel 2025 sarà introdotta una versione della ë-C3 con un’autonomia di 200 km, offerta a partire da 19.990 euro.

Dacia Spring

Dacia Spring è un crossover ultracompatto che si colloca come il primo rappresentante di una nuova tendenza di veicoli elettrici con un listino prezzi accessibile. Con una lunghezza di 373 cm, una larghezza di 158 cm e un’altezza di 151 cm, presenta linee semplici caratterizzate da una ampia calandra anteriore, gruppi ottici su due livelli, fascioni laterali nella parte bassa della carrozzeria e interni incentrati sulla razionalità, con uno schermo da 7 pollici che ospita il sistema di infotainment con connettività Bluetooth, Apple CarPlay e Android Auto.

Disponibile a partire da 21.450 euro, la versione di base è equipaggiata con un motore da 45 CV, mentre l’allestimento Extreme, con un propulsore da 65 CV, è proposto a 23.200 euro. Entrambe le versioni condividono una batteria da 27 kWh di capacità, ma con differenze nelle prestazioni. La Dacia Spring 45 CV offre un’autonomia di 230 km, un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 19,1 secondi e una velocità massima di 125 km/h. D’altra parte, Dacia Spring Extreme da 65 CV ha un’autonomia di 220 km e raggiunge i 100 km/h in 13,7 secondi.

Per entrambe le versioni, la ricarica completa della batteria in corrente continua richiede 72 minuti a 30 kW, mentre utilizzando una wallbox da 7,4 kW a corrente alternata, il tempo di ricarica è di 4 ore e 50 minuti.

Renault Twingo

La terza generazione della Twingo, con una vendita di 3,75 milioni di esemplari, introduce una rivoluzione elettrica che ridefinisce il design. Presenta un paraurti anteriore più scolpito con prese d’aria maggiorate per migliorare l’aerodinamica, gruppi ottici Led con firma C-Shape sul frontale e cerchi in lega fino a 16 pollici. Con un prezzo di partenza di 24.050 euro, le dimensioni della Twingo Electric sono di 36 cm in lunghezza, 165 cm in larghezza e 156 cm in altezza, conferendo alla vettura una forma ideale per la circolazione urbana, con minimi sbalzi anteriori e posteriori e una percezione accurata degli ingombri.

Tra le novità spicca la leva del cambio che consente la selezione di diverse modalità di guida per la motorizzazione elettrica, mentre le nuove funzionalità sono visualizzate attraverso il display da 7 pollici al centro della console. Il motore e la trazione sono posizionati sull’asse posteriore, con 165 kg di batterie da 22 kWh di capacità collocate nella parte anteriore.

Lo sterzo presenta una servoassistenza progressiva e un raggio di sterzata così ampio da consentire una inversione di marcia completa in soli 8,60 metri lineari. La velocità massima è di 135 km/h, l’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 12,6 secondi, mentre la potenza confortevole di 82 CV è accompagnata da un’autonomia massima dichiarata di 270 km. La rigenerazione delle batterie richiede 1,30 ore utilizzando colonnine a corrente alternata a 22 kW e 4 ore con 7,4 kW.

Nuove auto elettriche nel 2024

Tesla, leader nell’industria automobilistica elettrica, è impegnata nello sviluppo di una nuova piattaforma per la produzione di un veicolo compatto al prezzo stimato di 25.000 dollari. Temporaneamente denominato Tesla Model 2, questo nuovo modello sarà di dimensioni più contenute rispetto alla Model 3, con lunghezza di 4,72 metri, e potrebbe assumere la forma di una hatchback o di una crossover compatta. Il veicolo beneficerà delle più recenti innovazioni sia nei processi produttivi che nei cicli di produzione sviluppati da Elon Musk e il suo team. Nonostante i dettagli siano ancora limitati, si sa che gli ingegneri hanno ripreso lo sviluppo del Model 2, che potrebbe essere interamente sviluppato da Tesla China, coinvolgendo anche team di tecnici di altre nazioni.

La nuova generazione della Fiat Panda è prevista per il 2024 e presenterà cambiamenti significativi, trasformandosi in un crossover piccolo disponibile anche in versione completamente elettrica. Simile alla nuova Citroen C3, la Panda utilizzerà la piattaforma Smart Car del Gruppo Stellantis per introdurre sette nuovi modelli di piccole dimensioni con prezzi competitivi. La meccanica e il motore saranno probabilmente condivisi con la controparte francese, ma i prezzi della Panda elettrica potrebbero essere ancora più vantaggiosi, partendo da poco più di 20.000 euro.

Volkswagen ID.2, presentata come concept, è destinata a diventare una realtà nel 2025, mantenendo sostanzialmente il design del prototipo e un costo inferiore a 25.000 euro. Lunga come una Polo (4,05 metri), la ID.2 seguirà lo stile della famiglia ID di Volkswagen e introdurrà la nuova generazione della piattaforma MEB denominata Entry. La versione crossover arriverà successivamente, offrendo un’alternativa elettrica al T-Cross.

Accanto alla ID.2, il Gruppo Stellantis introdurrà la Cupra Raval, basata sulla stessa piattaforma ma con un design più sportivo, ereditando il dna del marchio Cupra. Sebbene la versione di serie debba ancora essere presentata, ci si aspetta che riprenda ampiamente lo stile del prototipo, condividendo anche motorizzazioni e batterie con la controparte tedesca. La Raval è prevista per il 2025 e, sebbene i prezzi siano ancora da confermare, ci si aspetta che rimangano al di sotto della soglia dei 25.000 euro per la configurazione base.

Articolo precedenteGeely, un marchio internazionale destinato a crescere
Prossimo articoloLancia: ecco quale sarà la futura ammiraglia e quando uscirà

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here