Lamborghini SC20: supercar con il motore più potente di sempre

Uno degli aspetti più sorprendenti della Lamborghini SC20 è la sua combinazione di colori, oltre alle prestazioni da record

Lamborghini SC20 è un modello unico realizzato per un fortunato cliente secondo i suoi gusti e le sue preferenze. Quest’auto da competizione, omologata per l’uso stradale, è l’unico del reparto Motorsport su progetto del Centro Stile de Sant’Agata Bolognese. È un veicolo unico , dal design e dalle prestazioni estreme, che unisce soluzioni aerodinamiche derivate dalle corse Lamborghini.

Prestazioni da record per Lamborghini SC20

Lamborghini SC20 è un’opera di artigianato come testimonia la sua carrozzeria in fibra di carbonio, che è stata lucidata a mano e levigata dai tecnici aerodinamici Lamborghini per indirizzare al meglio i flussi d’aria, che consente una guida confortevole anche alle alte velocità nonostante l’assenza del frontale parabrezza. Lo splitter anteriore è incorniciato da due alette e le prese d’aria del cofano anteriore sono ispirate a quelle della Huracán GT3 EVO, mentre le fiancate scolpite riprendono le soluzioni adottate nell’Essenza SCV12. La muscolosa parte posteriore è coronato da un grande spoiler in carbonio regolabile in tre posizioni: Low, Medium e High Load.

Uno degli aspetti più sorprendenti della Lamborghini SC20 è la sua combinazione di colori. La carrozzeria è basata sul Bianco Fu (bianco), creato espressamente per il cliente, dove spicca la livrea Blu Cepheus (blu). Questa tonalità è presente anche negli interni, alternata a Nero Cosmus (nero) e Bianco Leda (bianco). Protagonista assoluta dell’abitacolo è la fibra di carbonio, utilizzata nella copertura superiore della plancia, vano posteriore, pannelli porta, consolle centrale e rivestimento del volante, oltre alla monoscocca. Questo materiale leggero e resistente è presente anche nei rivestimenti dei sedili, con rivestimento in Alcantara e pelle. Le maniglie delle porte hanno optato per l’alluminio lavorato in un unico pezzo. Infine, le prese d’aria sono realizzate con tecnologia di stampa 3D.

Questa vettura unica ha prestazioni commisurate al suo aspetto spettacolare, grazie all’utilizzo del motore più potente di casa Lamborghini, il V12 di 6.498 cc, da 770 CV a 8.500 giri al minuto e una coppia massima di 720 Nm a 6.750 giri al minuto. La potenza viene trasmessa al sistema di terra. I pneumatici Pirelli PZero Corsa sono montati su cerchi in alluminio da 20 pollici all’anteriore e da 21 al posteriore.

La SC20 secondo Lamborghini

Come spiegato da Mitja Borkert, Head of Design di Lamborghini, due anni dopo la SC18 Alston, la SC20 è stata una nuova sfida intrigante. Le principali fonti di ispirazione sono state Diablo VT Roadster, Aventador J, Veneno Roadster e Concept S: il risultato è una combinazione di creatività e comportamento da corsa. Per Maurizio Reggiani, direttore tecnico di Automobili Lamborghini, la SC20 è una combinazione di ingegneria sofisticata, artigianalità Made in Italy, sportività e design all’avanguardia, nonché un nuovo esempio di applicazione del motore V12 e carbonio a un veicolo aperto, ma con il dna di Lamborghini.

Articolo precedenteDocumento unico di circolazione è in vigore: cosa cambia per gli automobilisti
Prossimo articoloCity Transformer, quadriciclo elettrico per muoversi in città: dimensioni e autonomia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here