Vendite di auto 2019 in aumento in Europa. Crescono Volkswagen e Renault

Fiat Chrysler, aumento delle immatricolazioni del 26%

Le immatricolazioni di auto europee sono aumentate del 14,4% a settembre, grazie soprattutto ai ricavi di Volkswagen e Renault. La crescita è stata rilevata anche per via dei bassi volumi di vendita registrati a settembre di un anno fa, quando le immatricolazioni di nuove auto erano diminuite in modo significativo a seguito dell’introduzione delle norme sulle emissioni WLTP (Worldwide Harmonized Light-Duty Vehicles).

I nuovi standard misurano il livello di inquinanti, le emissioni di anidride carbonica e il consumo di carburante per le autovetture in maniera più stringete, costringendo le case automobilistiche a intervenire in maniera drastica per adeguarsi in tempi stretti.

Immatricolazioni auto 2019

Le immatricolazioni sono salite a 1,29 milioni di automobili il mese scorso rispettoa 1,12 milioni di un anno prima in tutti i paesi dell’Unione europea, Italia inclusa, e dell’Associazione europea di libero scambio. Per avere un altro termine di paragone, nel mese di agosto, la vendite sono calate dell’8,6%.

Nel mese precedente, quattro dei cinque principali mercati europei avevano registrato una crescita a doppia cifra nelle immatricolazioni, con la Germania che aveva superato Francia, Spagna e Italia, con un aumento del 22,2%. I dati, ricordiamolo, sono quelli di Acea (Association des constructeurs européens d’automobiles) ovvero il più importante gruppo per gli standard nell’industria dell’automobile nell’Unione europea.

Al suo interno sono presenti brand come BMW, Volkswagen Group, Volvo, Ford, DAF, Renault, Fiat Group, Scania AB, Porsche, Mercedes, PSA Peugeot Citroen e MAN AG. Da segnalare che, secondo gli ultimi dati, le immatricolazioni in Gran Bretagna sono aumentate di un modesto 1,3%. A detta dell’Acea, le incertezze legate alla Brexit stanno continuando a incidere sulla fiducia dei consumatori.

Fiat Chrysler, aumento delle vendite del 26%

Il mese scorso, Volkswagen ha visto aumentare le vendite del suo marchio principale del 58% e quelle del marchio Renault del 30%. Le immatricolazioni Alfa Romeo di Fiat Chrysler sono aumentate del 26%. Nissan è stato uno dei marchi che ha perso maggiormente quota con un calo delle vendite del 7%. Tra i marchi automobilistici premium, le vendite di Audi sono aumentate del 39%, superando concorrenti come Mercedes-Benz e Volvo, che hanno visto aumentare le immatricolazioni rispettivamente del 9,9% e del 9,3%. Infine, le immatricolazioni BMW sono calate del 6,6%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

16 + 9 =