Oscurare vetri auto: effetti positivi, disposizione legislativa, come averli, prezzi

Significativi i vantaggi, specialmente nelle calde stagioni

L’operazione di oscurare vetri auto viene facilmente associata alle celebrità, ma risulta utile non solo a loro. Varie le ragioni che ne inducono l’utilizzo.

IDEALE SE AVETE BAMBINI

Siete genitori? Questa soluzione fa al caso vostro. Chi ha in particolare bambini piccoli da trasportare ne trae vantaggio, specialmente nelle calde stagioni. Un periodo dove i raggi del sole penetrano in maniera fastidiosa, ma non con adeguata protezione. Le pellicole filtranti possiedono infatti un triplice effetto: riducono il calore interno del mezzo (anche in caso di sosta del veicolo, prolungando quindi la vita di plastiche ed accessori interni), proteggono dai raggi UV e abbattono inoltre l’abbagliamento solare durante la marcia della macchina.

LA NORMATIVA

Andando a consultare la normativa attualmente in vigore, si viene a sapere che l’installazione delle pellicole per vetri può interessare esclusivamente i vetri laterali posteriori ed il lunotto. Quest’ultimo solo a condizione che il veicolo sia allestito con specchi retrovisori esterni su ambo il lati. Il divieto di applicazione delle pellicole sul parabrezza e sui vetri laterali anteriori rimane attivo. Permane, a tal proposito, l’obbligo di lasciare invariato il campo utile di visibilità del conducente: 180°, equivalenti a parabrezza e vetri laterali anteriori.

PREZZI

Il sistema maggiormente utilizzato ed efficace consiste in una pellicola oscurante applicata da un professionista sul lato interno del vetro. La procedura non va considerata semplice, ma sono certamente preziosi i kit per il fai-da-te. Prodotti perlopiù dedicati a chi è particolarmente abile coi lavori manuali, si possono sempre migliorare le proprie capacità. Un metodo alternativo prevede la sostituzione dei vetri di serie con dei nuovi vetri oscurati (senza pellicole): le specifiche norme sui vetri stabiliscono l’obbligo dell’omologazione degli stessi. Concludiamo con i prezzi, pronti a variare da un minimo di 200 a un massimo di 500 euro.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattordici + sedici =