Airbag auto, quando bisogna controllarli

L'airbag non è solo aria ma è una combinazione di diversi elementi chimici che reagiscono a un impatto

Gli airbag salvano la vita a milioni di persone ogni anno. Insieme alle cinture di sicurezza sono il più importante elemento di sicurezza passiva delle auto. Sebbene siano stati migliorati nel corso degli anni, questi airbag, che si attivano in meno di un secondo in caso di collisione, devono essere periodicamente controllati.

L’airbag per auto ha lo scopo in particolare di limitare le lesioni personali dei passeggeri a bordo dell’auto in caso di incidente grave, come può essere anche il caso della cintura di sicurezza. A seconda dei modelli di auto, questi airbag sono generalmente installati in punti diversi all’interno del veicolo.. È possibile, ad esempio, trovarli più frequentemente nel volante e talvolta nel cruscotto, nei montanti delle portiere, nelle tendine laterali.

Funzionamento degli airbag

L’airbag ha tre elementi fondamentali: i sensori di impatto, il dispositivo di gonfiaggio e l’airbag. Tutti sono collegati ad un centralino che esegue i calcoli corrispondenti per prendere la decisione di attivarlo o meno. I sensori di impatto, che sono distribuiti in tutto il veicolo, hanno il compito di notificare alla centralina se è necessario attivare o meno i diversi airbag. In caso di superamento dei valori limite inseriti nella centralina, la centralina emette il comando di attivazione tramite un impulso di corrente che fluisce verso l’iniziatore elettrico e permette il riempimento dell’airbag.

Il propellente è responsabile della generazione di tutta questa reazione. È una miscela di composti chimici che genera un gas dopo l’accensione dell’iniziatore elettrico che fa scattare l’airbag a circa 300 chilometri orari. Consente di attivarlo in 80 millisecondi, appena prima che il corpo si precipiti in avanti a causa dell’impatto

Quanto durano gli airbag

La raccomandazione dei produttori sul controllo degli airbag è di 10-15 anni. Da quel momento in poi, non è garantito che siano in condizioni ottimali. In entrambi i casi, occorre controllare il libretto di manutenzione del tuo veicolo per verificare l’indispensabilità o meno di un intervento. Secondo i produttori, non c’è una data di scadenza ma che un periodo da 10 a 15 anni si applica solo alle auto più vecchie. Nei veicoli nuovi gli airbag restano in vigore per l’intera vita utile dell’auto.

Va notato che l’airbag non è solo aria. È una combinazione di diversi elementi chimici che reagiscono a un impatto. Questi elementi perdono proprietà e di conseguenza si degradano, il che può mettere a rischio la nostra integrità se siamo coinvolti in un incidente.

Articolo precedenteAudi A8 2022: interni ed esterni della nuova versione della berlina di lusso
Prossimo articoloNissan NV300, nuovo camper 2022: versioni, prezzo, accessori e tecnologia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here