Fiat 600 hybrid: dimensioni, motorizzazioni, allestimenti e prezzo

Consumi dichiarati di cinque litri ogni 100 chilometri sul ciclo WLTP, con un risparmio del 15% per Fiat 600 hybrid

fiat 600 hybrid

La motorizzazione per catturare l’attenzione degli italiani e prepararli alla guida di una vettura completamente elettrica: è questa la missione della nuova Fiat 600 ibrida. L’arrivo nelle concessionarie segna per Stellantis un ulteriore passo verso un mercato sempre più elettrificato, senza però perdere il contatto con quei clienti che ancora non si sono innamorati dell’elettrico puro.

Fiat 600 hybrid dai consumi ridotti

Fiat 600 ibrida, costruita sulla piattaforma CMP2 di Stellantis e prodotta a Tychy, in Polonia, unisce l’obiettivo di vendita con quello di educare i clienti alla propulsione elettrica. Il motore 1.2 tre cilindri a benzina con turbo a geometria variabile, accoppiato a un’unità elettrica a 48 volt, eroga fino a 100 cv, e si avvale del nuovo cambio automatico a doppia frizione a 6 rapporti.

Questo sistema consente all’auto di funzionare in modalità elettrica per circa il 50% del tempo negli spostamenti quotidiani, garantendo consumi ridotti e una maggiore efficienza energetica.

Fiat 600 Hybrid presenta una strumentazione di bordo completamente digitale, con uno schermo infotainment centrale da 10 pollici posizionato a sinistra e in basso. L’abitabilità nella parte posteriore è buona, offrendo comfort ai passeggeri. Sotto il cofano troviamo il motore 1.2 mild hybrid, lo stesso della versione endotermica.

Un dettaglio che spicca è la scomparsa della bandiera italiana, che in precedenza era integrata nel paraurti posteriore. Questa scelta è stata fatta autonomamente da Fiat, per evitare le controversie legate al cosiddetto italian link che erano emerse con modelli come la Topolino e l’Alfa Junior, anch’essi prodotti fuori dall’Italia, come la 600.

Allestimenti e prezzi Fiat 600 hybrid

Fiat 600 ibrida è disponibile in due allestimenti: Base e La Prima, analogamente alla sua versione completamente elettrica. Durante il test su strada, la 600 Hybrid ha dimostrato agilità e comfort sia in città che in autostrada. Il cambio automatico a doppia frizione assicura cambi marcia fluidi e impercettibili, mentre la tecnologia ibrida garantisce prestazioni vivaci e consumi contenuti.

Lo spazio a bordo è ampio e ben sfruttato, con un bagagliaio da 385 litri, notevole per una vettura del segmento B. Gli interni offrono un design moderno e funzionale, con un’ampia gamma di tecnologie di connettività e comfort. Alcuni dettagli, come le plastiche rigide, potrebbero essere migliorati per offrire una sensazione di maggiore raffinatezza.

Fiat 600 Hybrid viene proposta a prezzi competitivi: la versione base è in listino a 24.950 euro (19.500 con incentivi), mentre l’allestimento La Prima parte da 30.950 euro (24.500 con incentivi). Interessanti anche le formule di finanziamento, con canoni che partono da 99 euro al mese. In sintesi:

  • dimensioni: lunghezza 4,17 m; larghezza 1,98 m; altezza 1,52 m; peso 1.520 kg;
  • motorizzazione: benzina 1.2 turbo mild hybrd a 48 V da 100 CV;
  • in vendita da 24.950 euro.
Articolo precedenteSkoda Kodiaq 4×4, come va su strada il suv con la trazione integrale
Prossimo articoloLexus UX, il restyling del suv sportivo per il piacere di guida