Car sharing elettrico: il servizio E-VAI 3.0 pensato per i pendolari

L'iniziativa parte in modo sperimentale da Varese e Saronno, ma punta ad estendersi anche ad altre stazioni

car sharing elettrico

I clienti Trenord possono ora contare su un servizio innovativo e particolarmente inutile pensato in modo specifico per i pendolari. Si tratta di E-VAI 3.0, un car sharing effettuato con veicoli elettrici.

Car sharing elettrico: stop allo stress per i pendolari

Chi è abituato a utilizzare quotidianamente i mezzi pubblici per raggiungere il proprio posto di lavoro o di studio sa bene quanto questo possa essere a volte stressante. Non mancano mai, infatti, ritardi, scioperi e cancellazioni, che finiscono per complicare notevolmente i piani.

Per agevolare gli utenti Trenord ha quindi deciso di introdurre E-VAI 3.0, il car sharing elettrico destinato a viaggiatori ferroviari, enti pubblici e aziende. Il servizio prevede l’utilizzo condiviso tra questi soggetti di un veicolo elettrico, in fasce orarie diverse e compatibili tra loro.

E-VAI 3.0 punta a facilitare notevolmente le giornate a molte persone. L’iniziativa nasce grazie alla collaborazione tra la società di car sharing elettrico del Gruppo FNM ed ENEL. Il progetto è all’avanguardia perché rappresenta una modalità di condivisione dell’auto per una mobilità a zero emissioni.

L’idea è semplice e rivoluzionaria: mettere a disposizione dei viaggiatori ferroviari un’auto elettrica, tutto l’anno e sotto casa, con cui andare in stazione la mattina e tornare la sera. Nei giorni dal lunedì al venerdì, indicativamente tra le 8 e le 18, l’auto potrà poi essere condivisa da enti o aziende locali. L’utilizzo della vettura nei weekend e nei festivi è invece illimitato e ad uso esclusivo del pendolare.

Car sharing elettrico: un’iniziativa unica in Italia

E-VAI 3.0 non è solo car sharing ma anche car pooling. L’offerta “tutto incluso” varia da un minimo di 130 euro al mese iva inclusa a un massimo di 280 euro iva inclusa. Il costo varia in base alla scelta di condividere o meno il tragitto casa-stazione con altre persone.

Al momento il servizio è un’iniziativa sperimentale che non ha uguali nel nostro Paese. In questa prima fase è disponibile a Varese e Saronno ed è destinata ai viaggiatori abbonati che utilizzano il servizio ferroviario. Trenord punta comunque a estenderlo anche in altre stazioni.

Chi sceglierà di aderire potrà trovare una Box Station per la ricarica dell’automobile installata dalla società. Una volta arrivato in stazione, l’auto potrà essere lasciata in un posteggio riservato, gratuito e attrezzato con colonnina di ricarica. I vantaggi non sono finiti qui. Gli utenti, infatti, non dovranno sostenere alcuna spesa per l’auto e per il carburante. I parcheggi sulle strisce blu e gialle e negli aeroporti di Milano Linate, Milano Malpensa e Bergamo-Orio saranno gratuiti. Previsto inoltre libero accesso Area C e ZTL (per Milano, solo Area C) e assistenza full-service. Non c’è nessuna scadenza da ricordare.

Andrea Gibelli, presidente di FNM Spa, si è detto soddisfatto del progetto messo a disposizione dei suoi clienti più fedeli: “Questo servizio ha l’obiettivo di favorire l’arrivo in stazione e l’utilizzo del servizio ferroviario. Lo sviluppo dell’intermodalità e l’integrazione tra le diverse tipologie di trasporto ecologico e sostenibile sono tra i punti più importanti del Piano strategico 2016-2020 del Gruppo FNM”.

Chi è interessato a ricevere maggiori informazioni può contattare il numero verde 800.77.44.55 o visitare i siti evaiinelettrico.it e trenord.it.

 

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 + 2 =