Acquisto auto nuova: ma quanto mi costi

In media 4.591 euro l'anno. Tanti (troppi?), che spingono a proiettarsi sul leasing e car sharing

Acquisto auto nuova

Rinunciare all’automobile è fuori discussione per la quasi totalità delle persone. Anche solo per percorrere la tratta casa-lavoro serve, eccome. Premesso ciò, nulla impedisce di informarsi sulle spese ad essa correlate. Tra bollo, assicurazione, manutenzione e tante altre voci perdiamo il conto di quanto ci venga a costare. Federconsumatori ha così condotto una ricerca di settore per accertare se davvero convenga l’acquisto auto nuova oppure sia meglio orientarsi verso formule alternative.

Acquisto auto nuova: la spesa media

Pronti via e accingiamoci ad affrontare costi fissi inerenti. Partiamo dalla benzina. Quanto si viene a sborsare? Sui 1.841 euro l’anno, con un +4,1% rispetto all’anno precedente. Per l’assicurazione parliamo mediamente di 1.271 euro. Quindi, sommiamo bollo, manutenzione, pedaggi e parcheggi: l’importo complessivo è di 1.471 euro aggiuntivi. In totale, 4.591 euro l’anno. Dato in crescita di circa il 2,1%. Teniamo poi a mente che è escluso l’iniziale costo d’acquisto, per cui tocca scucire almeno altri 10mila euro.

Da bene a servizio

Alla luce di quanto sopra riportato conviene ugualmente scegliere un’auto di proprietà? Sì e no. Come spesso accade dipende da cosa si va in cerca. Il leasing può rispondere meglio alle necessità. Lo hanno appurato rinomate case costruttrici, buttatesi a capofitto nel settore. Affiancato da servizi innovativi, leggasi car sharing. Formula che riscuote sempre più consensi. Ringraziano sia il portafoglio sia l’ambiente con le emissioni di sostanze tossiche nell’aria ridotte.

I progetti di car sharing

I vantaggi correlati per chi “sguazza” in città sono tanti. Istituzioni pubbliche concedono agevolazioni per entrare nelle Zone a Traffico Limitato, parcheggiare sulle strisce blu o ancora muoversi in auto anche nelle giornate di blocco traffico. Tra i vari brand già attivi, Mercedes propone Car2go e preventiva un maxi-investimento (2 miliardi di euro) nella mobilità entro il 2020. La connazionale BMW ha annunciato 825mila abbonati in Europa al suo servizio DriveNow. Storie che testimoniano come l’auto si sia allontanata dalla sua classica concezione.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 − tredici =