Genesis Essentia: sportiva elettrica di prossima generazione

Gran Turismo elettrica con sistema di autoapprendimento brucia lo 0-96 in 3"

Genesis Essentia

Oggi come oggi, è fermo allo stato di un concept. Se le prime impressioni positive troveranno ulteriore riscontro, lo sviluppo della Genesis Essentia sarà però cosa fatta.

Genesis Essentia: strega nel look

In primo luogo perché elettrica. “Con questo progetto, abbiamo deciso di creare un oggetto di desiderio, passione e ispirazione”, ha dichiarato Manfred Fitzgerald, Responsabile globale del marchio Genesis. La coupé incarna il paradigma stilistico “eleganza atletica” caratteristico del marchio. E fornisce un’anteprima privilegiata sulle creazioni future. “Definisce la nostra visione di una GT elettrica (Gran Turismo) che integra l’Athletic Elegance e il DNA Genesis come parametri di definizione”, ha aggiunto il vicepresidente esecutivo Luc Donckerwolke, responsabile di Genesis Design.

Genesis Essentia: rivestimenti in pelle, tecnologia intelligente

La carrozzeria, dalla silhouette slanciata (alta solo 1.30 m), presenta una monoscocca leggera in fibra di carbonio e una larga impronta a terra. Singolare conformazione che spinge l’abitacolo molto indietro, sul cortissimo sbalzo posteriore. Pregiati pellami color Cognac e Oxford Blue contrastano all’interno con l’evoluta tecnologia, “capitanata” dal display da 8” dedicato all’infotainment. A corollario una ricca dotazione di sistemi ausiliari alla guida. L’intelligenza artificiale e il sistema di autoapprendimento riconoscono i gusti del guidatore per una configurazione ad hoc, oltre al riconoscimento dei comandi vocali. Non viene fatta alcuna menzione su eventuali dispositivi di guida autonoma.

Genesis Essentia: temperamento “loquace”

Grazie ai protocolli di comunicazione integrati V2I e V2V la Genesis Essentia Concept scambia automaticamente dati con le infrastrutture e gli altri veicoli. Garantisce pertanto un continuo scambio di tempestive informazioni sulle condizioni stradali. Il motore elettrico, collocato nel tunnel centrale, è alimentato da una batteria ad alta densità, nonostante manchino al momento fornite specifiche tecniche. Il marchio, di proprietà Hyundai, si è attenuto solo a comunicare lo scatto felino: impiega appena 3 secondi per passare da 0 alle 60 miglia orarie (96 km/h).

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici + quattro =