Detroit auto show 2018: novità per il mercato europeo

Fuoristrada consacrati irrompono nel salone. Il titolo di miglior attore non protagonista va al suv italoamericano Jeep Cherokee.

Detroit auto show 2018

Generano trambusto le defezioni annunciate ai prossimi grandi showroom. A quanto pare, parteciparvi conviene solo se c’è in ballo il destino di sicure best-seller. Marchi americani hanno invaso il Detroit auto show 2018: andato in scena intorno metà gennaio, Case di prestigio si sono perlopiù focalizzate sul presente.

Detroit auto show 2018: la “nostra” Cherokee

Affascinanti vetture che, se l’occasione lo permette, si espandono oltreoceano. Aperte anche nel mercato europeo le vendite della Jeep Cherokee, soggetta ad un corposo restyling come frontale e armamentario tecnologico. Un suv mid-size tutto d’un pezzo, messo in ombra dai possenti fuoristrada, “duri e puri”. Il che è di per sé una notizia, visto quanta rilevanza gli sport utility vehicle stanno conquistando.

Detroit auto show 2018: mostri sacri

Un contorno, prelibato, ma pur sempre contorno. Relegati nelle retrovie dalle Jeep Wrangler e la Mercedes Classe G. Che, anziché subire l’influenza della moda passeggera, rimangono ancorati ai propri valori fondanti, sul piano tecnico. Risalta, nelle gite fuori porta, il telaio a longheroni, elemento peculiare dei camion. Per il resto riprogettati ex novo, con ampio ricorso all’alluminio, motori prestanti e sofisticati equipaggiamenti. Conservative piuttosto le scelte stilistiche: marginali modifiche che ne intaccano l’essenza. Svelata in anteprima mondiale la Ford Edge ST, inedita versione sportiveggiante del suv proposta in Italia col motore 2.0 turbodiesel da 210 Cv.

Detroit auto show 2018: mild hybrid Mercedes

Ci tocca da vicino anche la Mini berlina, al restyling di metà carriera. Un veicolo intramontabile, soluzioni congeniale per chi desidera districarsi tra le vie cittadine con stile. Seconda compatta provvista dell’allestimento sportivo N, sulla nuova Hyundai Veloster c’è posto anche per un 2.0 turbo da 275 Cv e 352 Nm, con rev matching per le scalate. Mentre le Mercedes AMG CLS 53 ed E 53 Coupé introducono in listino il nuovo motore mild hybrid 3.0 (48V) da 435 cavalli. Segnaliamo infine, con sommo piacere, che l’annunciata Ford Mustang GT Bullitt, ispirata alla muscle car anni Sessanta, uscirà anche nel Vecchio Continente, contro le previsioni iniziali.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

12 + 2 =