E’ capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di avere preso una multa per un’infrazione rilevata con l’autovelox. Un momento certamente poco piacevole, soprattutto per la spesa imprevista da sostenere. Ci sono situazioni però in cui la sanzione può essere considerata nulla. Ecco quali sono.

Multe autovelox: quando annullarla

Un’infrazione del Codice della Strada rilevata dall’autovelox può essere annullata se la strada urbana a scorrimento presenta una carreggiata singola. A stabilirlo è la sentenza n. 12231 della Suprema Corte.

Questo significa quindi che la multa è ritenuta valida se rilevata in una strada con almeno due carreggiate ben separate e con minimo due corsie di marcia. Questa situazione, infatti, consente alla polizia stradale di fermare l’automobilista per segnalare in modo immediato la scorrettezza commessa.

Multe autovelox: quando è possibile effettuare la contestazione

Quando si ritiene di avere subito una multa ingiusta si può valutare se è possibile contestarla. La Cassazione ha stabilito che la contravvenzione con autovelox è ritenuta illegittima se il tratto di strada in oggetto non è qualificabile come “strada urbana di scorrimento”.

Un’ulteriore precisazione arriva dal Codice della Strada, all’articolo 2, comma c, lettera d. Qui si precisa che sono definite “strade urbane di scorrimento” le strade a carreggiate indipendenti o separate da spartitraffico, ciascuna con almeno due corsie di marcia.

Multe autovelox: situazioni in cui è possibile impugnarla

Il sito leggioggi.it ha inoltre effettuato un riepilogo di quali sono le situazioni in cui è possibile impugnare una sanzione subita per eccesso di velocità. Eccole:

  • installazione illegittima degli autovelox: l’autovelox deve essere posizionato su strade con un alto tasso di incidentalità. In caso contrario la multa è ritenuta illegittima;
  • visibilità dell’apparecchio: l’autovelox deve essere segnalato con un cartello posto almeno 400 metri prima;
  • autovelox e pubblici ufficiali: le multe sono da ritenersi nulle se l’apparecchio è gestito da società private;
  • i lampeggianti devono essere accesi: quando la polizia sta effettuando un sopralluogo sulla strada è fondamentale che la sua presenza sia ben segnalata;
  • più corsie, più segnalazioni: quando si viaggia in una strada a più corsie in ognuna di essere deve essere indicato il limite di velocità;
  • limite di velocità superato di poco: la multa per eccesso di velocità si può annullare se il limite è stato superato di poco. In questo caso, infatti, l’infrazione potrbbe essere stata segnalata per un problema di taratura dell’apparecchio;
  • superstrada e polizia municipale: secondo la Cassazione sono illegittime e contravvenzioni fatte dalla polizia municipale in strade extra urbane, come le autostrade perché queste sono di competenza della Polizia di Stato.
Come giudichi l'articolo?
[Totale: 7 Media: 1.6]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 − 3 =