Assicurazione auto in garage: l’importo è sempre dovuto?

L'importo è dovuto per veicoli che circolano su strade pubbliche o aree equiparate, ma ci sono eccezioni?

assicurazione auto in garage

Sottoscrivere l’assicurazione per la propria auto è fondamentale non solo per obblighi di legge, ma anche per sentirsi protetti nel caso in cui si sia coinvolti in un incidente. Ma cosa fare se la vettura resta ferma in garage?

Assicurazione auto in garage: è sempre obbligatorio pagare

Ogni persona in possesso di un veicolo è tenuto a pagare l’Rc auto. Molti sono contenuti di dover saldare l’importo solo se la vettura viene effettivamente utilizzata. C’è invece la convinzione che non sia necessario regolarizzare la situazione se l’auto viene tenuta solo in garage.

L’assicurazione auto RC (responsabilità civile) è obbligatoria per tutti i veicoli (autoscooter moto) che circolano su strade pubbliche o aree equiparate. Chi è irregolare va incontro a una multa che oscilla da 841 a 3.578 euro. In più, in caso di auto senza assicurazione è previsto il sequestro del veicolo ma solo se questo è colto su suoli pubblici.

E’ necessario in realtà sottoscrivere la polizza anche in caso di semplice stazionamento. Questo obbligo nasce da due condizioni fondamentali: nel caso in cui la macchina dovesse essere utilizzata per un imprevisto o se dovessero verificarsi inconvenienti ad altri mezzi circostanti. Ne è un esempio la rottura del freno a mano che può finire per danneggiare quello che viene posizionato nelle circostanze.

Assicurazione auto in garage: le eccezioni

Ci sono comunque delle situazioni specifiche in cui è possibile non pagare l’assicurazione per una vettura che resta inutilizzata. Questo vale ad esempio se l’auto viene tenuta rinchiusa (ma in modo tale da non essere vista da altri) all’interno di un box o in un’area recintata di proprietà di un privato (può trattarsi anche di una persona diversa dall’intestatario del mezzo – come accade ad esempio in caso di “aiuto” tra vicini).

In questo caso non si corre il rischio di subire alcuna sanzione.

Assicurazione auto in garage: cosa fare se il mezzo non può circolare

Non sono così infrequenti, come detto, casi di persone che decidono di mantenere all’interno della propria proprià proprietà una vettura pur sapendo di non poterla utilizzare perché usurata. Il Codice della Strada non parla di eccezioni particolari sull’obbligo di Rc auto, ma a chiarire come comportarsi in situazioni di questo tipo è la Corte di Cassazione.

La sentenza a n. 22035 del 2 settembre 2008 emessa dalla Suprema Corte non lascia spazio a grandi dubbi. Si dice infatti che “i veicoli, ancorché privi di parti essenziali per un’autonoma circolazione o fortemente danneggiati od usurati, non sono esclusi dall’obbligo assicurativo se non risulti la prova della loro assoluta inidoneità alla circolazione e la loro sostanziale riduzione allo stato di rottame, non rilevando in contrario neppure la circostanza che il proprietario abbia raggiunto accordi con terzi per provvedere all’asporto ed alla successiva demolizione (cfr.: cass. cìv., sez. I, sent. 29 novembre 2004, n. 22478; cass. civ. sez. I, sent. 9 maggio 1991, n. 5189; cass. civ., sez. I, sent. 15 giugno 1988, n. 4086)”.

Se il veicolo è quindi un rottame inutilizzabile per circolare l’obbligo di assicurazione auto può venire meno. Questo non vale però se il mezzo è deteriorato e senza alcuni componenti, seppure si tratti del motore.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 + diciotto =