Preparatore italiano specializzato nel tuning sportivo, Romeo Ferraris confeziona una nuova Alfa Romeo 4C. E il divertimento sale…

TRATTI ESASPERATI

Alfa Romeo 4C by Romeo Ferraris nasce con un preciso obiettivo: rendere una vettura speciale e unica ancora più bella. Il preciso obiettivo è quello di ottenere un’auto cattivissima, senza compromessi. La declinazione ha riguardato ogni assetto. Motore, assetto, interni aerodinamica…tutto viene trattato dal tuner. Il preparatore milanese ha voluto impreziosire la livrea con numerosi particolari in carbonio sia per contribuire ad abbassare il peso dell’auto sia per caratterizzarne l’aspetto aerodinamico.

CAVALLI SU CAVALLI

Ciascun dettaglio segue una precisa logica. Dallo studio approfondito di ogni particolare ne deriva il miglior controllo delle alte velocità. Cercando di mantenere l’armonia del corpo vettura, gli interni brillano. Saliti nell’abitacolo viene percepito immediatamente l’aspetto ancora più esclusivo. Il propulsore della vettura sportiva del Biscione, il 1.750 turbo da 240 CV di potenza, è stato dotato di un kit di potenziamento che prevede diversi step di potenza da un minimo di 30 a ben 77 CV. Altri lavori sul comparto del propulsore hanno riguardato la rimappatura abbinata ad un filtro aria sportivo, alla maggiorazione del turbocompressore e ad alberi a camme più spinti, il tutto derivato dall’esperienza nelle corse con l’Alfa Giulietta QV TCR.

DIFFERENZIALE AUTOBLOCCANTE

Il primo step permette di ottenere un totale di 269 CV e 388 Nm: numeri che offrono un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,3 secondi (contro i 4,5 secondi della versione di serie) e una velocità massima di 263 Km/h (258 km/h la versione di serie). Come anticipato in precedenza è possibile raggiungere potenze fino a circa 320 CV. Infine non mancano una serie di terminali di scarico sportivi. Disponibili anche con valvole gestite tramite telecomando e un assetto regolabile sia in altezza che in idraulica. Obiettivo migliorare l’handling della vettura, senza mai perdere d’occhio il brio. Ciliegina sulla torta del preparatore milanese il differenziale autobloccante, atto a gestire meglio coppia e potenza.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × cinque =