Google Maps tra miglioramenti e integrazioni: cosa cambia per le auto e non solo

Google Maps è un servizio online gratuito di mappatura e navigazione con informazioni supplementari che saranno potenziate

Google Maps

Google Maps è il servizio di cartografia online sviluppato da Google. Permette di visualizzare mappe interattive, ottenere indicazioni stradali, cercare luoghi di interesse, esplorare immagini panoramiche a 360 gradi e molto altro. Quando si accede a Google Maps attraverso il sito web o l’applicazione mobile, si apre un’interfaccia utente che mostra una mappa interattiva.

Google Maps può calcolare le indicazioni stradali tra due punti specifici. Gli utenti possono inserire l’indirizzo di partenza e di destinazione, e l’app fornirà opzioni per raggiungere il luogo, inclusi dettagli come il percorso migliore in base al traffico attuale, il tempo stimato di viaggio e le indicazioni dettagliate passo dopo passo. Ma ci sono altre novità interessanti in arrivo.

Nuove importante integrazioni per Google Maps

Waze subisce una trasformazione dalla sua condizione di entità autonoma, con la rimozione del suo ceo, per diventare una proprietà che rientra sotto una divisione già composta da Google Maps, Street View e Earth. Benché Waze continui a mantenere la sua identità come applicazione separata da Maps, la struttura di mappatura basata su crowdsourcing che rappresenta un tratto distintivo dell’app rimane invariata.

Google ha delineato l’intenzione di accentrare maggiormente le proprie risorse sui servizi interni e di ottimizzare l’esperienza dell’Assistente. Inoltre, Waze è stato oggetto di una serie di aggiornamenti, tra cui una nuova app progettata per i sistemi di infotainment dotati di Google Automotive Services (GAS), con una fase inaugurale su alcunu veicoli Renault. Pur non essendo ancora compatibile con l’interfaccia Coolwalk, Waze si integra perfettamente con i servizi di Google, come YouTube Music, offrendo comodi controlli audio direttamente all’interno dell’app.

Dynamic Island, l’interfaccia interattiva introdotta con iPhone 14 Pro, sta per accogliere uno dei servizi più diffusi, Google Maps. Recenti indiscrezioni suggeriscono che il codice dell’ultima versione dell’app di mappe di Google contenga riferimenti alle API Live Activities di iOS. Queste API consentono di presentare informazioni e notifiche in tempo reale direttamente nell’area dinamica, senza richiedere lo sblocco del telefono.

Le nuove funzionalità non sono ancora attive, ma una volta implementate permetterebbero di visualizzare indicazioni dettagliate durante la navigazione turn-by-turn, informazioni sul tempo di arrivo costantemente aggiornate e altre informazioni utili, il tutto senza dover sbloccare il dispositivo. L’integrazione con la Dynamic Island potrebbe portare un notevole valore aggiunto all’esperienza utente nell’utilizzo di Maps, migliorando considerevolmente la navigazione su iPhone 15 e 15 Plus, i primi modelli Apple dotati della nuova interfaccia.

Google aveva annunciato il supporto alle Live Activities lo scorso febbraio, ma senza fornire dettagli sui tempi di implementazione. Ora, i riferimenti nel codice fanno supporre che il lancio sia imminente, probabilmente in concomitanza con il debutto dei nuovi iPhone previsto per settembre. L’integrazione di questa funzionalità da parte di un’app di terze parti di così ampia diffusione potrebbe notevolmente aumentare l’interesse degli utenti iOS verso le potenzialità della Dynamic Island.

Google Maps, miglioramenti in arrivo

Google Maps è un servizio online gratuito di mappatura e navigazione, offrendo una vasta gamma di informazioni supplementari riguardanti ristoranti, alberghi, stazioni di servizio, negozi di alimentari e varie attività e attrazioni. E saranno potenziate. Ciascun punto sulla mappa, che sia già presente o creato dall’utente, può essere associato a recensioni. Sebbene gli obiettivi possano sembrare diversificati, Google, mediante collaborazioni con terze parti come Tripadvisor e Booking, spesso agevola prenotazioni, giocando un ruolo sia informativo che commerciale in questo settore di mercato.

Lo scorso anno Google ha dichiarato di aver bloccato o rimosso un totale di 115 milioni di recensioni false riguardanti hotel, ristoranti e aziende attraverso il motore di ricerca, Google Maps e YouTube. L’azienda ha avviato azioni legali contro una persone responsabile di oltre 14.000 recensioni fraudolente generate attraverso 350 profili aziendali fasulli. Nel novembre scorso, sono state denunciate decine di specialisti online che diffondevano recensioni false.

Articolo precedentePeugeot e Citroen, i piani (ambiziosi) per il 2024
Prossimo articoloGWM Wey 03: la prova su strada del suv ibrido plug-in