Ecobonus Peugeot: un incentivo per il futuro

La Casa del Leone vara l’operazione “Ecobonus Peugeot” per rassicurare il Cliente e mettergli a disposizione lo stato dell’arte delle tecnologie disponibili sul mercato

La Casa del Leone, da oltre due secoli pioniera nell’innovazione tecnologica, ha deciso di lanciare in Italia gli Ecobonus Peugeot. L’iniziativa ha lo scopo di mettere a disposizione dei Clienti la migliore offerta tecnologica per ridurre emissioni inquinanti e consumi.

Ecobonus Peugeot, l’obiettivo

Questa è un’eccellenza tecnologica che accomuna tutti i modelli Peugeot. L’obiettivo è di permettere a tutti di guidare una nuova vettura del Leone dando in permuta una qualunque auto usata, senza alcun vincolo di età o alimentazione (come invece spesso accade), con un vantaggio che arriva fino a 6.000 euro. Il 1° settembre scorso è entrato in vigore il nuovo protocollo di omologazione dei veicoli per trasporto persone WLTP. Il 1° ottobre, inoltre, numerose amministrazioni locali, fra cui le Regioni Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna, hanno introdotto nuove restrizioni alla circolazione per i motori più inquinanti.

Tecnologie disponibili

Peugeot dispone di innovative tecnologie per la riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti: dal filtro antiparticolato realizzato per i motori a benzina (GPF) al FAP (filtro anti particolato) e al catalizzatore SCR per i motori Diesel. Un’eccellenza tecnologica quella di Peugeot che già oggi è pronta per il futuro. Il tutto grazie ai motori omologati Euro 6.2 secondo il nuovo protocollo WLTP e alle raffinate tecnologie che permettono la riduzione delle cilindrate senza penalizzare le prestazioni, come nel caso del motore benzina PureTech Turbo, eletto Engine Of The Year 2018 per il quarto anno consecutivo. Un propulsore disponibile su 7 diversi modelli, per un totale di 15 versioni complessive. Una tecnologia che riduce i consumi, eleva il piacere di guida e riduce le emissioni inquinanti.

FAP e SCR nei diesel

I motori Diesel BlueHDi Peugeot sono altrettanto dotati a livello tecnologico e in grado di dare un taglio drastico e concreto a consumi ed emissioni. Dispongono infatti di FAP (Filtro Antiparticolato in ceramica) e di sistema SCR (Selective Catalytic Reduction) che, attraverso l’aggiunta di urea, trasforma le emissioni degli ossidi d’azoto (NOX) in acqua e azoto, riducendo così del 90% le relative emissioni. Con questa operazione straordinaria dalla durata limitata, Peugeot intende dare un contributo concreto alla riduzione dell’inquinamento.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti + 4 =