Uso denaro contante, il costo dei pagamenti e le attuali norme vigenti

Ci ha pensato l'Osservatorio Mobile Payment & Commerce del Politecnico di Milano a fornire le cifre

L’utilizzo del denaro contante ha un doppio costo per le casse dell’Italia. Da una parte c’è quello riferito alla produzione, al trasporto, alla custodia e alla gestione dei contanti. Dall’altra c’è quello mancato gettito fiscale ovvero il cosiddetto nero. E in entrambi i casi ci ha pensato l’Osservatorio Mobile Payment & Commerce del Politecnico di Milano a fornire le cifre. Nel primo caso, l’impegno di spesa è pari a 10 miliardi di euro all’anno; nel secondo, il mancato gettito sarebbe pari 24 miliardi di euro all’anno.

E il tutto mentre a Palazzo Chigi Matteo Salvini, ministro dell’Interno e leader della Lega, abolirebbe qualsiasi limite al contante mentre Luigi Di Maio, responsabile politico del Movimento 5 Stelle e ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, si oppone alla concessione della massima libertà nell’uso delle banconote. Resta allora da scoprire fino a quando l’attuale impianto reggerà alla prova dei fatti ovvero sarà oggetto di ritocchi o cambiamenti più profondi.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 + uno =