Rimborso Irpef, quando e come viene dato. I tempi e le regole

Al lavoratore dipendente il credito viene riconosciuto con il conguaglio in busta paga

Quali sono i tempi e i modi del rimborso Irpef? E soprattutto, in cosa consiste? Se nel caso del ricalcolo si scopre che il contribuente abbia pagato più tasse di quelle dovute beneficia di un rimborso Irpef. Al lavoratore dipendente il credito viene riconosciuto con il conguaglio in busta paga del proprio datore di lavoro. Al pensionato è l’Inps a riconoscerlo insieme all’assegno previdenziale. A chi è privo di sostituto d’imposta, l’accredito avviene sul conto corrente o è la stessa Agenzia delle entrate a inviare una comunicazione al contribuente. Capitolo tempistiche, i primi rimborsi Irpef per i lavoratori dipendenti sono attesi con lo stipendio di luglio mentre per i pensionati l’accredito con la pensione di agosto o quella di settembre. Gli autonomi rischiano di attendere anche più di un anno.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

17 − undici =