Rc auto: aumentano le tariffe per molti italiani, ma calano gli incidenti

Oltre 1,4 milioni di automobilisti subiranno nel 2017 un aumento dell'importo a causa di incidenti commessi, ma il numero di sinistri denunciato è in calo

Nel 2017 si registra un aumento delle tariffe RC auto, una tassa spesso sgradita a molti automobilisti. Il numero degli incidenti è però in calo.

RC auto: aumentano gli importi

L‘RC auto è una delle tasse più sgradite per chi si mette alla guida, ma necessaria per tutelare gli automobilisti in ogni situazioni. Non sono però in arrivo notizie incoraggianti in questo anno da poco iniziato. Secondo un’analisi effettuata da Facile.it, infatti, nel 2017 oltre 1,4 milioni di persone andranno incontro a un aumento dell’importo previsto per l’assicurazione per la loro vettura. Questo accadrà perché sono stati riconosciuti responsabili di sinistri che faranno peggiorare la loro classe di merito.

Il sito, che si occupa di effettuare comparazioni tra le tariffe Rc auto, si è occupato di analizzare oltre 500.000 preventivi richiesti nell’ultimo mese dello scorso anno. Questa operazione ha messo in evidenza l’incremento dei costi per il 4,12% degli utenti. La percentuale è comunque in diminuzione rispetto all’anno passato (-0,31%). Significa quindi che nel 2016 oltre 100mila automobilisti italiani sono stati più attenti e prudenti rispetto al 2015.

Chi sono i più sbadati ala guida

Il portale ha inoltre voluto analizzare le caratteristiche delle persone coinvolte in incidenti d’auto. Le prime differenze riguardano il sesso del conducente. in caso di incidente, fra le donne si conferma un maggior ricorso alle compagnie assicurative (4,68%), con un conseguente decremento della classe di merito. Gli uomini, invece, si fermano a quota in caso di incidente, fra le donne si conferma un 3,81%.

Per quanto riguarda la professione dichiarata durante la richiesta di preventivo, disattenti risultano medici e infermieri. Il 4,66% di loro, infatti, si ritroverà costretto a pagare cifre maggiori nel 2017. Va però peggio ai pensionati (5,21%). Seguono insegnanti (4,58%) e impiegati (4,38%). Situazione positiva invece per vigili urbani e appartenenti alle forze dell’ordine: solo il 2,75% di loro ha denunciato sinistri con colpa.

RC auto – Dove avvengono più incidenti

L’indagine effettuata ha permesso anche di individuare quali sono le zone in cui si registrano gli incidenti. Il maggior numero di denunce è stato effettuato dai residenti in Toscana con il 5,78% dei casi, ma in calo dello 0,10% rispetto all’anno scorso. scorso. A seguire si trovano Liguria (5,40%) e Lazio (5,21%). In Liguria si segnala però una situazione in controtendenza: qui, infatti, i sinistri sono aumenti dello 0,28%.

Il record in questo ambito spetta invece alla Valle d’Aosta con un +1,79%. Chiudono la classifica classifica Basilicata (2,05%) e Molise (2,15%): qui sono diminuiti in misura maggiore gli incidenti denunciati. Le percentuali sono pari rispettivamente al -1,35% e -1,93%. Buone anche le prestazioni di chi guida in Umbria, dove c’è stato un calo del -1%.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − sette =