Contestazione multe: controllo assicurazione tramite autovelox, validità sanzioni

Gli attuali dispositivi elettronici non hanno validità per gli accertamenti

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha effettuato un importante chiarimento sul controllo assicurazione tramite autovelox.

AREE DI COMPETENZA

La Legge di Stabilità 2016 (legge 28 dicembre 2015, n. 208) ha introdotta la possibilità di effettuare dei controlli attraverso “appositi dispositivi o apparecchiature di rilevamento” per alcune specifiche infrazioni del Codice della Strada, ovvero: mancata revisione obbligatoria per accertare le condizioni di sicurezza, silenziosità e inquinamento del veicolo (art. 80); mancato rispetto dei limiti di velocità, il divieto di gareggiare in velocità, e circolare talmente piano da diventare un ostacolo al traffico (art. 141); divieto di circolare in contromano, anche in corrispondenza di curve o altri casi di visibilità limitata (art. 143, commi 11 e 12);  violazione della segnaletica stradale (art. 146); violazione di massa eccedente oltre il pieno carico (art. 167); infrazione dei limiti di passeggeri sui veicoli a due ruote (art. 170); mancato uso del casco protettivo per gli utenti di veicoli a due ruote (art. 171); circolazione con l’assicurazione scaduta o senza aver sottoscritto un contratto di assicurazione di responsabilità civile (art. 193); utilizzo del veicolo nonostante la misura cautelare del sequestro e la confisca amministrativa (art. 213); violazione del fermo amministrativo del veicolo (art. 214).

CONDIZIONE INDISPENSABILE

L’art. 201 comma 1 quater, specifica tuttavia che tali rilevazioni siano eseguibili nel solo caso di  apparecchiature “omologate e approvate per il funzionamento in modo completamente automatico“. Approvazione che da quanto risulta non è mai arrivata. Assenza da cui sorge l’impossibilità di applicare il comma 7 dell’art. 180 del Codice della Strada, ovvero la necessità di presentarsi presso le autorità per fornire informazioni e documentazione valida all’accertamento delle violazioni.

NON ABBASTANZA MODERNI

Le multe per chi circola senza assicurazione o con assicurazione scaduta non potranno dunque essere elevate tramite gli attuali sistemi di autovelox in uso, ma dovranno essere contestate immediatamente al trasgressore attraverso gli organi di polizia, come previsto dal comma 1 dell’articolo 200 del Codice della Strada. Necessario altrimenti che la polizia indichi i motivi per cui non è stato possibile effettuare immediatamente la contestazione.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 6 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 1 =