Cambiamenti in vista per il 2017. Già a partire dal 1° gennaio nuove regole tratterranno il trasporto dei bambini in automobile.

DATI PREOCCUPANTI

Provvedimenti andranno ad integrare l’articolo 172 del codice della strada, intitolato “Uso delle cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta per bambini”. Le modifiche alla disposizione normativa sono finalizzate ad aumentare la sicurezza per i più piccoli in auto. Interventi correttivi alla legislazione in vigore ormai improcrastinabili.  Hanno destato allarme le indagini di Altroconsumo. Secondo l’associazione gli incidenti stradali sono la prima causa di morte per i minori tra i 5 ed i 12 anni.

LE DISPOSIZIONI

Andiamo però a vedere in cosa consisteranno tali azioni. Dal primo gennaio 2017 diventerà per prima cosa obbligatorio l’uso dei seggiolini in auto per i bambini fino a 125 cm di altezza. Ciò consentirà di posizionare la cintura di sicurezza in maniera più efficace a coprire spalle e torace del minore. Riducendo i pericoli in caso di sinistro. I bambini più alti di 125 cm potranno essere assicurati a dei supporti di rialzo senza schienale, ma provvisti di braccioli, mentre per i bambini sotto i 125 cm di altezza, i rialzi senza schienale saranno banditi dalla prossima estate. Quando entrerà in vigore la R129, cioè la nuova normativa sui seggiolini.

QUANTO COSTA LA VIOLAZIONE

I nuovi seggiolini per bambini di altezza compresa tra 100 e 150 cm potranno essere dotati di ISOFIX (o di altri sistemi di ancoraggio al sedile). Sistema presente dal 2005 nelle auto prodotte in Europa, che richiede una vettura predisposta con gli appositi agganci. Presumibilmente, in futuro andrà a sostituire il tradizionale sistema che utilizza le cinture dell’auto. Le sanzioni per chi contravverrà alle nuove regole sul trasporto dei minori saranno multe da 80 a 323 euro, con sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi per i recidivi.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 3]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

9 − 4 =