Bollo auto: richiesta di radiazione, note dolenti e ricorso

Dal 1992 si attende il decreto ministeriale

Scattato l’allarme: Lazio, Lombardia e Puglia starebbero valutando se radiare d’ufficio i veicoli sui quali non sia stato pagato il bollo auto per almeno tre anni consecutivi.

L’ART. 96

Dopo 30 giorni sarebbero tenute a intervenire le Forze dell’Ordine, procedendo al ritiro della carta circolazione e della targa, cancellando il messo in questione dal PRA. Non che sia tutta questa gran novità. L’articolo 96 afferma infatti che “ferme restando le procedure di recupero degli importi dovuti per le tasse automobilistiche, l’A.C.I., qualora accerti il mancato pagamento di detti tributi per almeno tre anni consecutivi, notifica al proprietario del veicolo la richiesta dei motivi dell’inadempimento e, ove non sia dimostrato l’effettuato pagamento entro trenta giorni dalla data di tale notifica, chiede la cancellazione d’ufficio del veicolo dagli archivi del P.R.A., che ne dà comunicazione al competente ufficio della Direzione generale della M.C.T.C. per il ritiro d’ufficio delle targhe e della carta di circolazione tramite gli organi di polizia, con le modalità stabilite con decreto del Ministro delle finanze, sentito il Ministro dei trasporti e della navigazione”.

PATATA BOLLENTE

Proprio l’ultimo punto fa sorgere complicazioni. Il fantomatico decreto, atteso dall’ormai lontanissimo 1992, non è mai stato emanato. Un documento che avrebbe dovuto indicare pure la procedura di ritiro targa e libretto ai trasgressori. Tema sul quale il ministero di dice ormai incompetente. Ai tempi il bollo era materia statale e l’Aci ne deteneva la sua gestione in monopolio. Dal 1999 è tuttavia passato alle Regioni e siccome la radiazione – secondo il ministero – viene definita attività di gestione pure la sua attuazione andrebbe regolata dagli enti territoriali. Rimangono dunque dubbi quale iter vada rispettato.  Ammesso comunque il ricorso, purchè si rispetti il termine dei 30 giorni. Scadenza entro cui contattare il Ministero dell’Economia o il Giudice.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 2]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × cinque =