Sono sempre più numerose le persone che scelgono con attenzione l’assicurazione auto che ritengono più adatta alle proprie esigenze. I vari operatori, infatti, propongono spesso servizi diversi e questo può influenzare inevitabilmente anche i costi. Continuano a esserci però alcune categorie di automobilisti fortemente discriminati.

In Lazio assicurazione auto più cara per le donne

Capita spesso di dover scegliere a chi intestare l’RC auto per cercare di ridurre i costi. In Lazio, infatti, sono le donne a essere maggiormente penalizzate. Secondo uno studio effettuato recentemente sulla base delle varie richieste di preventivi effettuate il sesso dell’automobilista è un fatto che può incidere sulla spesa.

Le appartenenti al sesso femminile, in base all’indagine, pagano in media 18 euro in più all’anno rispetto agli uomini. La spesa complessiva è pari a 714 euro l’anno, mentre gli uomini spendono in media 696 euro per assicurare un’auto. I motivi di questa disparità sono però ancora da chiarire nel dettagli. La causa principale sembra da addebitare al numero di incidenti dichiarato, che sarebbe superiore per quello che una volta era ritenuto “il sesso debole”. Queste ultime, infatti, dichiarano di aver avuto in media 0,24 incidenti auto negli ultimi anni. Per gli uomini, invece, si scende a 0,19.

Anche la classe di merito di appartenza può essere un elemento influente nel costo dell’assicurazione auto. In questo ambito, però, in Lazio donne e uomini non hanno differenze.

Le novità legislative: come risparmiare dal 2017

Ma è davvero possibile risparmiare sull’assicurazione auto? Un miglioramento sarà possibile a partire dall’inizio del nuovo anno. Il Ddl Concorrenza che sta per entrare in vigore contiene infatti alcune nome che coinvolgono una delle tasse più odiate dagli italiani.

E’ possibile ricevere sconti sul premio finale installando una scatola nera o analoghi dispositivi di sicurezza. In auto può essere inserito ad esempio uno strumento di blocco motore non appena rileva un sistema alcolemico superiore alla soglia. In alternativa è possibile sottoporre il mezzo a controlli preventivi per evitare incidenti.

Saranno inoltre introdotte tariffe più eque per chi vive al Sud. Si punta in questo modo a effettuare un allineamento dei prezzi tra Sud e Nord in favore dei conducenti virtuosi. Entrambe le agevolazioni e le percentuali di sconto che le compagnie saranno tenute ad applicare obbligatoriamente, saranno definite dall’Ivass (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni). Questo sarà reso possibile da un apposito regolamento emesso entro 120 giorni dall’entrata in vigore del Ddl Concorrenza.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 2]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − 5 =