Yagalet Prototype 2.0: la coupé che cammina sull’acqua

E' un concept, ma le premesse appaiono incoraggianti

Yagalet Prototype

Sportiva coupé 2 posti che, all’occorrenza, si trasforma in un singolare hovercraft. Stravaganti idee in Russia. Là, dove il maltempo è consuetudine e le strade talvolta mettono a dura prova, nasce Yagalet Prototype 2.0. Per ora è fermo allo stadio di prototipo. Ma non c’è che dire, questa supercar ama sorprendere. Così fuori dagli schemi (per non dire di testa) che definirla “soltanto” una vettura appare forzato. Forse, genericamente, mezzo di trasporto calza meglio.

Yagalet Prototype 2.0: l’auto che attraversa mari e monti

Secondo le dichiarazioni del consorzio che gli ha dato forma, dovrebbe diventare di serie e permettere anche di volare. Il comunicato stampa diramato non indugia nei dettagli, ma si limite a dire che la Yagalet Prototype sarà in grado alzarsi dal suolo, raggiungendo un’altezza imprecisata. Motori costruiti su misura permetteranno di sollevare il veicolo. Stop. Niente di più, niente di meno. Per attivare il meccanismo basterà probabilmente premere un pulsante (o tirare una levetta), affinché il cuscino gonfiabile compaia, come dal nulla. Così gli ospiti a bordo avranno tempo e modo di correre su neve, ghiaccio e altri territori potenzialmente insidiosi. Marussia, la start-up a capo del progetto, evidenzia come il movimento sull’acqua, il ghiaccio sottile, le paludi viscose e neve profonda non ammettano paragoni.

Stratagemma per “dribblare” il traffico

“Il vantaggio principale della macchina è che si libra sul terreno si legge nel comunicato stampa -. Un movimento sicuro, per cui non servirà licenze di volo”. Concretamente, ciò significa che permetterà di divincolarsi nelle grandi città, passando lungo i corsi d’acqua e i canali, evitando lunghe file davanti al semaforo. Solo il tempo dirà se i buoni propositi troveranno conferma. Se dovesse rivelarsi un successo, dopo la Yagalet Prototype 2.0 arriveranno un Suv, un minivan e persino una casa volante. Per non avere più nostalgia di casa…

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

16 + 3 =