Pensioni, sistema italiano insostenibile. Riforme complesse. Le ragioni

Pensioni e riforme, l'urgenza è chiara ma con uno sguardo differente da quello attuale per correggere un sistema insostenibile

Pensioni e riforme

Nonostante numerose autorità hanno ribadito la buona salute del sistema previdenziale italiano, le ultime riflessioni sui dati recenti sembrano smentire questa buona salute. Risulterebbe, infatti, che l’Italia ha la più alta spesa previdenziale in rapporto al Pil in Europa, prima del nostro Paese solo la Grecia, e rendere così alta la spesa sono le pensioni di reversibilità e l’unione di spesa assistenziale e spesa prettamente previdenziale, voci che più volte si è cercato di dividere ma ancora decisamente riunite sotto il sistema previdenziale in generale.

E questo costa tanti, tantissimi soldi. D’altro canto, a rendere più difficile la situazione ci sarebbe un netto stallo del mercato del lavoro, nonostante le ultime notizie parlino di miglioramento seppur lieve, che blocca, a sua volta, tutto il sistema rendendo quello previdenziale assolutamente insostenibile considerando le scarse entrate e le troppe uscite da calcolare.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto − quindici =