Mercedes F200 Imagination: oltre ogni immaginazione

Anziché i più classici specchietti, ospitò addirittura delle futuristiche telecamere

Mercedes F200 Imagination

Lucida, sana, follia. È così che nascono le idee migliori. E fu così che nacque la Mercedes F200 Imagination, prototipo di metà anni Novanta. A quei tempi solo un folle scatenato poteva anche solo ‘immaginare’ fari mobili e comandi vocali. Forse aveva visto troppi film di fantascienza, questo non lo sapremo mai. Quello che invece vi stiamo per raccontare è di un modello troppo avanzato per entrare davvero in produzione. Ma che aprì la via alle future generazioni.

Mercedes F200 Imagination: il passato è passato

Innovativa sin dall’esordio, la Casa tedesca è solita stupire con colpi ad effetto nelle grandi kermesse. Gustose anticipazioni sul nuovo corso tecnico e stilistico. La F200 si presentò al Salone di Parigi 1996, e creò subito fermento. Fin dal primo istante lasciò estasiati i visitatori, grazie alla carrozzeria che non aveva nulla a che vedere con le Mercedes dell’epoca. Rompeva  i ponti col passato, per guardare al futuro. I più attenti osservatori scorgeranno vaghe somiglianze con la Classe S del 1999 e la CL del 2002, guarda un po’ vetture che diedero ispirazione alle Mercedes del nuovo millennio.

Sperimentale in tutto e per tutto

Quante volte i costruttori millantano caratteristiche innovative, quando in realtà apportano solo affinamenti a tecnologie già brevettate. Ecco, la Mercedes F200 era innovativa per davvero. Soprattutto nell’ambito delle tecnologie a bordo: esordivano il tetto in cristallo a trasparenza variabile (ripreso nel 2002 dalle Maybach), gli airbag per i finestrini (arrivati sulla Classe S del 1999), le sospensioni a controllo elettronico ABC (all’esordio sulla CL del 2002) ed i fari anteriori bixeno in grado di ruotare automaticamente, entrati in vendita con la Classe E del 2003. Inoltre, anche se rudimentale, trovarono spazio comandi vocali, presenti sulla nuova generazione della Classe A. Ad apporre il tocco finale (rudimentali) telecamere al posto degli specchietti laterali: espressamente vietate in Europa, non però in Giappone.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × quattro =