E’ in arrivo sul mercato la nuova Mazda6 2017, un modello che punta a consolidare la presenza del marchio tra le berline di segmento D. La casa automobilistica si è concentrata fortemente sui bisogni dell’utente. I miglioramenti rispetto al passato sono diversi.

Mazda6 2017: la tecnologia al servizio dell’uomo

Mazda ha puntato sullo sviluppo di tecnologie, la SKYACTIV-VEHICLE DYNAMICS,  frutto della filosofia umano-centrica del marchio. L’idea è di porre al centro dello svluppo dei prodotti guidatore e passeggeri. Si punta così a garantire un controllo integrato di motore, trasmissione, telaio e carrozzeria.

Mazda punta a migliorare la sensazione chiamata “Jinba Ittai” ( termine giapponese che indica la sintonia tra il cavallo e il suo cavaliere), che costituisce oramai la cifra tecnica più conosciuta di tutti i modelli. Il conducente può quindi avvertire una sensazione di connessione e sintonia unica con la vettura.

Grazie G-Vectoring Control (GVC) Mazda è la prima casa automobilistica al mondo ad avere un sistema che regoli la coppia motrice del motore in risposta agli input dello sterzo. Questo consente di gestire in modo ottimale i trasferimenti di carico tra retroteno e avantreno (e viceversa) in ingresso e in uscita di curva. I vantaggi sono innegabili e coinvolgono grip, tenuta di strada, comfort di guida e sicurezza durante i transitori.

Le motorizzazioni disponibili

Per quanto riguarda i motori anche nella versione 2017 la scelta rimane ampia. Sono infatti disponibili due unità a benzina SKYACTIV-G 2.0 da 165CV e SKYACTIV-G 2.5 da 192 CV. Non mancano nemmeno due propulsori diesel da 150 e 175 cavalli del noto ed apprezzato SKYACTIV- D 2.2  abbinato a cambio automatico o manuale.

Sul motore SKYACTIV-D 2.2 diesel common-rail si è provveduto ad affinarne il funzionamento con l’aggiunta di 2 nuovi dispositivi. Questo consente di aumentare la retrattività della vettura e diminuire i rumori.

Il primo è l’ High Precision de Boost Control, che migliora  il controllo della pressione di sovralimentazione per affinare la risposta all’acceleratore in particolari situazioni di guida in cui questo è richiesto (in città o in ingresso in autostrada). Il secondo è invece il già conosciuto Natural Sound Smoother già visto su Mazda3 1.5 diesel che riduce rumorosità e battiti tipici del motore diesel grazie ad un ammortizzatore dinamico posto nello spinotto del pistone.

Oltre all’aumento della silenziosità si aggiunge un miglioramento complessivo dell’insonorizzazione del corpo vettura. Un effetto reso possibile da guarnizioni porta migliorate, materiali fonoassorbenti aggiuntivi nel sottoscocca e finestrini laterali anteriori laminati per sopprimere la rumorosità aerodinamica.

Cosa cambia all’interno della vettura

Anche nell’abitacolo è possibile ritrovare alcuni miglioramenti voluti da Mazda. E’ innanzitutto presente un volante dal design rinnovato. Da non trascurare anche l’Active Driving Display con una migliore risoluzione e grafica a colori, in grado di essere letto facilmente ad ogni condizione di luce.

La dotazione di sicurezza

In Mazda6 2017 è stata posta particolare attenzione al livello di sicurezza per chi è a bordo. E’ disponibile infatti la gamma completa di tecnologie di sicurezza attiva i-ACTIVSENSE.

Rilevante è la presenza della funzione di riconoscimento dei segnali stradali Traffic Sign Recognition (TSR). Questo consente di ricevere avvisi su segnaletica stradale e limiti di velocità (il conducente viene avvertito se vengono superati). E’ stato inoltre rinnovato il sistema intelligente di frenata in città (Advanced SCBS), che utilizza ora una telecamera anteriore al posto del Lase. Viene così ampliato il range d’intervento del sistema per rilevare gli altri veicoli.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 4 =