Unicredit, truffe tramite SMS, email e WhatsApp, conti corrente minacciati

Con la diffusione dei servizi bancari digitali aumentano le truffe. Specialmente quelle di phishing, in cui tramite un finto sito web, l’utente inserisce i propri dati di accesso all’home banking. Vediamo i pericoli, come capire eventuali truffe e come difendersi.

Evidentemente banche di questo calibro non possono assolutamente permettere che ciò accada e sono passate subito al contrattacco informando la propria clientela sui rischi che sono sempre in agguato e mettendo in campo alcuni interventi per facilitare le operazioni di controllo delle operazioni.

Così Unicredit ha offerto ai suoi clienti alcune protezioni utili a non rimanere scottati. Come ad esempio gli avvisi SMS, in pratica un riepilogo delle movimentazioni delle proprie carte così da tenere sotto controllo ogni operazione.

BNL, invece, mette a disposizione dei suoi clienti una pagina del suo sito contro le truffe e le frodi. In aggiunta, anche questa banca offre il servizio d’avviso SMS che può essere attivato dai clienti attraverso la Home Banking o recandosi nella filiale più vicino.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − sei =