Waze bambini: una funzione per non dimenticarli in auto

Impostabile col navigatore di Google un avviso

Amnesia dissociativa. Un disturbo che colpisce diversi genitori. Con conseguenze terribili per loro figli, alcuni dei quali perdono la vita dopo essere stati lasciati negli abitacoli delle automobili.  Per garantire che episodi del genere non capitino più Waze ha lanciato Child Reminder Alert. La funzionalità, introdotta il cinque di agosto Waze, avvisa mamma e papà se hanno dimenticato in auto il loro piccolo ospite.

Cervello in “tilt”

Un vuoto di memoria. Un cortocircuito delle funzioni cognitive che può trarre in inganno il genitore, facendogli credere di aver compiuto le solite operazioni quotidiane. Le piccole mansioni, nei confronti delle quali si presta poca attenzione, come lasciare i bambini all’asilo. Ripetitive e automatiche, non scatta nessun campanello d’allarme. E l’unico modo per evitare il dramma è ricorrere a dispositivi in grado di avvisare. Un esempio è costituito dai seggiolini salva-bambini: emettono segnali acustici e luminosi, avvertendo l’adulto di turno in caso di dimenticanza. Strumenti che vengono tuttavia raramente impiegati.

Un avviso personalizzato

Gli smartphone si sono ormai diffusi su larga scala. Quasi tutti ormai lo possediamo, portandolo con noi ogni in ogni istante della giornata. Waze ha avuto così l’idea di introdurre la funzione “Promemoria bimbo in auto”. Una volta attivato mediante le impostazioni generali del navigatore di Google, viene consentito di registrare un messaggio audio che avvertirà il guidatore di controllare l’abitacolo una volta giunto alla meta prescelta. La nuova feature ha più in generale la funzione di promemoria per animali domestici o oggetti.

Promemoria nel momento di scendere

“Il tempo trascorso alla guida – spiegano gli sviluppatori – di solito si usa per pianificare i prossimi impegni, cosa faremo una volta giunti a destinazione, cosa cucineremo per cena, quale strada prenderemo. Ci auguriamo che questa feature possa servire per ricordare ogni piccolino che non può parlare quando è il momento di scendere dall’auto”.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

7 + 1 =