Della guida assistita se ne parla parecchio in questi ultimi tempi. Mai ora come ora però si intravedono gli sbocchi futuri con le Volvo S90 e V90.

PILOT ASSIST

Grazie al ‘pilot assist’ viene aiutato chi è alla guida attraverso vari dispositivi di sicurezza gestiti unicamente tramite un pulsante al volante. Il conducente deve comunque tenere le mani sul volante, intervenendo quando richiesto. Il sistema, introdotto da Volvo su XC90, è adesso operativo anche su V90 e S90 con alcune migliorie che consentono il funzionamento contemporaneo, a seconda delle preferenze dell’automobilista, di sistemi come quello della frenata automatica, mantenimento distanza di sicurezza dal veicolo che precede, il mantenimento costante della velocità e ancora il lane assist per tenere l’auto all’interno della propria corsia.

CITY SAFETY

Il pilot assist rileva la segnaletica stradale orizzontale rendendo la vita del conducente più semplice. Sistema che provvede a correggere automaticamente la traiettoria dello sterzo per mantenere la vettura allineata con le linee di demarcazione della corsia a velocità autostradali fino a circa 130 km/h. Disponibile anche con il City Safety che rivela la presenza di animali di grossa taglia. L’obiettivo è vendere 4mila unità, di cui 1.500 S90 e 2.500 V90. Con la berlina e la station Volvo dovrebbe chiudere, per poi concentrarsi dal 2017 sulle piccole. Compresi i SUV per il completo rinnovamento della gamma.

TECNOLOGIA ESALTANTE

Le due vetture sono realizzate sulla piattaforma Spa che consente lo sviluppo di un prodotto modulare disegnato attorno all’elettrificazione. Il design esterno racchiude un carattere sportivo e dinamico. All’interno la qualità dei materiali e lo stile esprimono una forte sensazione di eleganza. La tecnologia di sicurezza, che si affianca ad una serie di dispositivi per l’intrattenimento, è gestibile da un touchpad centrale, una sorta di tablet integrato semplice e intuitivo. Al conducente la scelta della modalità di guida che può essere ecologica, confortevole o dinamica. In questa ultima versione, per i motori diesel D5 da 235 CV è previsto il funzionamento di un compressore che riesce a dare maggiore slancio al motore grazie all’iniezione di aria compressa.

BENZINA E DIESEL

La gamma motorizzazioni al lancio prevede il T6 AWD da 320 CV e il T5 AWD/FWD da 254 cv, mentre per quanto riguarda i diesel il D5 AWD AUT da 235 CV e il D4 AUT da 190 CV. In Italia arriverà anche il D3 per i diesel e dall’estate 2017 la gamma dei benzina si completerà con il T8 swing engine AWD da 407 CV e una coppia di 640 Nm con emissioni di Co2 contenute (44 g Co2/km). Questa versione sarà disponibile in abbinamento a un motore elettrico e in guida ‘pure electric’ raggiungerà un’autonomia di 45 km.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

12 − 6 =