Automobilisti italiani: 1 su 4 dice sì alla guida autonoma

Più fiduciosi dei cugini europei, anche se la guida sarà meno coinvolgente

Emergono dati interessanti sugli automobilisti italiani. Mentre il 41% considera la vettura uno status symbol, ben il 68% afferma di apprezzarne i vari dispositivi tecnologici, posizionandosi seconda in Europa.

SI’ ALLA GUIDA AUTONOMA

Una ricerca del progetto Think Good Mobility, promosso da Goodyear. Realizzato dalla London School of Economics and Political Science su una base di 11 paesi europei. In linea con la media europea, quasi 1 italiano su 4, infatti, sarebbe a proprio agio su uno dei mezzi a guida autonoma. Buona reputazione per il 45% dei rispondenti, che li ritiene più sicuri delle normali automobili condotte da esseri umani.

NIENTE PAURA

Se il Vecchio Continente teme malfunzionamenti degli AV (73% dei rispondenti), gli abitanti del Belpaese mostrano fiducia, con la percentuale di preoccupati che cala al 53%. Vi è la convinzione che i veicoli autonomi si comportino in maniera più prevedibile rispetto alla loro controparte umana, come afferma quasi 1 italiano su 2. Persistono tuttavia i dubbi sul corretto funzionamento del mix tra le diverse generazioni (autonome e non). Una delle ragioni la scarsa fiducia agli altri conducenti, come sostiene il 42% degli intervistati. Dato, questo, più alto tra i cugini europei. Guida autonoma che sottrarrà divertimento al volante. Quasi 2 italiani su 3 affermano infatti che ne sentiranno la mancanza.

SOGNI NEL CASSETTO

Più facile tuttavia viaggiare, come notato da un terzo degli intervistati. Definite inoltre le 3 tecnologie più desiderate: un volante che lasci la possibilità di assumere il controllo del mezzo qualora se ne avvertisse l’esigenza; sistemi avanzati per la tutela dei pedoni; pneumatici intelligenti, dotati di un sensore che consenta agli stessi di adeguarsi alle condizioni meteo e della strada. “Esplorare il futuro della mobilità per prepararsi a offrire le soluzioni più efficaci e rispondere alle esigenze degli automobilisti di domani”, è lo scopo di queste collaborazioni per Carlos Cipollitti, General Director del Goodyear Innovation Center in Lussemburgo.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × 4 =