Roma: stop dei vigili, mobilità ancora nel caos

Vigili urbani
Vigili urbani

La Capitale sembra non avere pace. Dopo le violenti piogge che da giorni stanno tormentando la città eterna adesso ci si mette pure il traffico in tilt. Causa: i vigili che non scenderanno in strada per le proteste contro la riorganizzazione del Corpo. Si calcola che saranno circa quattro mila ad aderire.

Proteste

“ E’ una situazione da allarme rosso, siamo pronti allo sciopero”, ha dichiarato al Messaggero Francesco Croce della Uil. Ebbene sì, i vigili sono in stato di agitazione e si scusano per i disagi che saranno creati inevitabilmente al traffico. Non è la prima volta che la sezione si scontra con il sindaco Ignazio Marino e contro il comandante Raffaele Clemente che, secondo molti, avrebbe offeso il Corpo in una recente intervista definendolo una massa di corrotti a causa della rotazione di funzionari e agenti.

L’assemblea indetta dai sindacati della municipale Cgil, Cisl e Uil porterà non pochi disagi al già problematico traffico romano dal momento che per tutta la sua durata non ci saranno vigili in strada. Ma la categoria è sicura di portare avanti la protesta per dire no alla disorganizzazione del settore e al fatto che ogni giorno viene smantellata una parte della Municipale.

Problemi traffico capitolino

Un disagio che avviene proprio in un momento delicato per la mobilità romana: i dati violati sulle multe di Marino apre un nuovo capitolo spiacevole che non si sa ancora come andrà a finire. E poi i problemi legati ai posteggi dei residenti nella nuova Ztl del centro chiusa anche ai motorini, le doppie file e gli ingorghi che si creano nelle vie del Tridente, le nuove tariffe per i bus turistici e Uber che incombe. Gli automobilisti romani sono sempre più stretti nella morsa di un sistema di mobilità che non funziona ma che sta ormai da tempo causando solo molti disagi. Come uscire da questa situazione? Marino sembra preoccuparsi di altro, come delle sue multe, non ci resta che aspettare e vedere se il Comune riuscirà a creare politiche di mobilità che possano agevolare i cittadini.

Leggi anche:

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × quattro =